Per il terzo anno consecutivo Milazzo si conferma al primo posto in Italia City Nature Challenge, iniziativa internazionale per il censimento della biodiversità globale che si svolge annualmente nel weekend del 1° maggio. La grande partecipazione e l’esperienza maturata nelle due precedenti edizioni, hanno permesso alla città del Capo di confermarsi al primo posto tra le città italiane partecipanti sia per numero di osservazioni effettuate che per numero di specie individuate.

Grazie a questi numeri Milazzo risulta inoltre terza in tutta Europa, dopo le due città austriache di Graz e Salisburgo, e addirittura nella Top 30 mondiale, guidata come lo scorso anno dai sudamericani di La Paz (Bolivia). L’evento, curato in sede locale dal Mu.Ma è stato patrocinata dal Comune di Milazzo e dall’AMP Capo Milazzo a livello cittadino, mentre a livello nazionale è supervisionato dal Cluster Biodiversità Italia e dal CESAB, con il patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica, Ispra, WWF e Marevivo.

“Una bella soddisfazione per la nostra città – ha detto il sindaco Pippo Midili  – l’amministrazione punta molto sull’ambiente quale risorsa non solo da tutelare ma anche da promuovere per il rilancio economico della nostra città. Ambiente e turismo possono e devono rappresentare un binomio inscindibile, dal quale partire per generare un’economia giovane e dinamica. Ed è questo il percorso che vogliamo seguire”.

Va detto che Milazzo ha partecipato al censimento con una superficie molto minore di quella di tante altre Città con milioni di abitanti. Ad esempio la seconda italiana per osservazioni e specie individuate è risultata Roma, che ha partecipato con una superficie territoriale molto più estesa e con oltre il doppio dei cittadini che si sono cimentati nelle osservazioni naturalistiche.

IL CENSIMENTO. Le importanti informazioni raccolte sulla biodiversità di Milazzo sono il frutto della collaborazione tra gli organizzatori e i “Cittadini Scienziati” (giovani e adulti) appassionati della natura che sono riusciti a effettuare oltre 17.000 osservazioni utilizzando la piattaforma iNaturalist (incrementando il numero di osservazioni del 2022 che era di circa 10.000).

L’aspetto ancora più importante è legato al numero di specie animali e vegetali censite, che quest’anno ha raggiunto quota 2.110 di molto superiore alle circa 1.500 specie individuate nel 2022. Si tratta di un risultato impressionante, che ha permesso di figurare al 22° posto globale per osservazioni e al 26° posto per numero di specie censite, ‘superando’ nella sfida amichevole tra le città di tutto il mondo non solo Roma, ma anche metropoli come Parigi, New York, e Berlino!

“Il Mu. Ma – aggiunge il biologo Carmelo Isgrò – ringrazia tutti i “Cittadini Scienziati” che hanno partecipato alla “City Nature Challenge 2023 Milazzo”. E’ stata  un’occasione ideale per promuovere la biodiversità unica, speciale e bellissima del nostro territorio e mettere la nostra città  su un piedistallo in modo che tutto il mondo possa conoscerla. Tutti i dati raccolti sono immediatamente disponibili e costituiscono una importante banca dati utilizzabile da scienziati e studiosi della biodiversità globale presente, che rappresenta un ‘termometro’ in grado di farci comprendere lo stato di salute dell’ambiente”

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Addiooooosssss
Addiooooosssss
8 mesi fa

Non avevo dubbi…. animali morti di ogni tipo spiaggiati a levante e ponente, blatte, topi, cani e gatti randagi… n. 1 al mondo!!!

UnMilazzese
UnMilazzese
9 mesi fa

Certo nessuno al mondo può annoverare come elementi di biodiversità i componenti del Gruppetto di Individui che gestisce quella porcheria di AMP in salsa milazzese.