Il consigliere Nino Italiano lascia il gruppo misto e aderisce al movimento “CambiaMente” costituito dai colleghi Maria Magliarditi e Antonio Amato. E’ stato eletto in Fratelli d’Italia ma nei mesi scorsi, aveva deciso di non continuare il percorso che lo vedeva vicino al deputato regionale Elvira Amata.

«Frustrazione e nostalgia, questi sono i sentimenti che mi hanno accompagnato in questi anni di profonda crisi politica ha scritto Italiano –  Non nascondo di essere stato scoraggiato, ma i giovani ed il loro entusiasmo mi hanno dato un nuovo stimolo. Ho ritrovato i miei stessi valori e ideali e spero che insieme si possa fare un buon lavoro.  Voglio riporre la mia fiducia e tutte le mie energie in questo nuovo progetto, un progetto in cui contano le idee e dove si lavori tutti insieme in una unica direzione per la crescita della nostra città.  Cerchiamo di costruire un nuovo modo di intendere la politica, aperto ma soprattutto libero, senza dimenticare mai la nostra storia e il passato che ci ha condotto fino a qui. Ringrazio chi mi è stato accanto e soprattutto chi lo sarà in questa nuova era politica.

Il consigliere ha anche annunciato che tornerà a chiedere in aula la costituzione di due Commissioni di studio per affrontare punti focali dello sviluppo del territorio: Ambiente e turismo.

DIETRO LE QUINTE. Il passaggio di Nino Italiano è l’ennesimo tassello in vista delle elezioni amministrative previste tra due anni. CambiaMente dovrebbe essere una delle liste a sostegno dell’uscente Pippo Midili. Magliarditi e Amato dovrebbero viaggiare insieme, approfittando del voto di genere (due le preferenze nella scheda elettorale maschio/femmina). Per Nino Italiano, invece, si sta studiando un altro ruolo per valorizzare la sua esperienza frutto di svariate legislature portate avanti.

Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Perplesso
Perplesso
9 mesi fa

Il problema non è solo lui e quelli come lui che girano come il vento ma anche chi li vota…..

Lulu
Lulu
9 mesi fa

Ancora non lha giratu tutti… Per ora c’è scirocco e il vento tira per là, quando cambia vento cambia pure casacca. Chi si ricorda quando criticava a più non posso Midili ed era fedelissimo a Giovanni Formica? Ora Midili è il n.1.Vergogna vergogna vergogna.

Giuseppe
Giuseppe
9 mesi fa

Almeno lui ci prova

Faccilodda
Faccilodda
9 mesi fa

Ma in questo passaggio, (che segue i precedenti) riuscirà a mantenere l’impegno che ha preso con i cittadini di far pagare meno la benzina a noi milazzesi? Da questa testata gli chiedo di mantenere quanto promesso.

Giuseppe
Giuseppe
9 mesi fa

Si perde il conto di quanti cambi di casacca ha fatto questo signore.