LA LETTERA. Molestie, minacce e principio di rissa. E’ la sintesi dell’episodio racchiuso nella testimonianza di un nostro lettore che avrebbe subito un tentativo di aggressione da parte di cinque ragazzi mentre si allenava sul lungomare di Ponente. Gli episodi di molestie e principi di rissa nel fine settimana sono all’ordine del giorno nel centro di Milazzo. Uno abbastanza grave si sarebbe verificato a Piazza Roma domenica pomeriggio. Il sindaco Pippo Midili ha convocato un tavolo con le forze dell’ordine a cui ha chiesto una maggiore presenza sul territorio. Ecco la sua lettera inviata a redazione@oggimilazzo.it

Sabato scorso, 15 Maggio, mi trovavo sul lungomare del Tono a Milazzo e stavo facendo la mia corsa serale, intorno alle 19.30. Nei pressi della tonnara sono stato avvicinato e disturbato più volte da 5 giovani, credo poco più che ventenni a bordo di una vettura di colore grigio.
Dopo aver esplicitamente chiesto loro di smettere si sono fermati ad aspettarmi nel piazzale di fronte all’albergo Esperia.
I cinque giovani con  atteggiamenti molesti, dichiarando loro stessi di essere ubriachi, iniziavano a urlarmi contro e minacciarmi, tant’è che dopo 5 minuti trascorsi a sentir dire cose del tipo “ti facciamo sparire dalla circolazione” ho deciso di lasciar perdere e andare via.
A questa scena assistevano alcuni passanti, stupiti, distanti da noi pochi  metri, e qualcuno riprendeva col suo telefono cellulare la scena.
Ad un certo punto, visto il livello e  l’inutilità della discussione, me ne sono andato, per me era finita lì, continuando abbastanza deluso la mia corsa e dirigendomi verso casa.
Ma, poco dopo, all’altezza del lido Horizon i 5 “uomini” mi raggiungono e mi colpiscono sulla schiena, dall’auto in corsa con un ombrello! E scappano.
Di fronte a me, un ragazzo su uno scooter mi dice di aver visto la scena, ma non vuole essere coinvolto…..
Vorrei chiedere: Se qualcuno ha ripreso la scena, ci faccia avere, anche in forma anonima, il filmato per identificare questi personaggi, le indagini comunque sono già in corso.
Al ragazzo che ha visto la scena del colpo di ombrello, vorrei che si faccia vivo e non che sia omertoso, come o peggio di loro.
Oggi è successo a me, domani può succedere ai nostri figli, ai nostri genitori anziani, ai nonni, ai bambini, con conseguenze decisamente peggiori. Evitiamolo adesso.
Grazie.

LETTERA FIRMATA

Condividi questo articolo
guest
11 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonino
Antonino
30 giorni fa

ma le forze dell’ ordine cosa fanno?? i vigili in particolare: uscite dagli uffici e fate rispettare la legge

Francesco
Francesco
29 giorni fa
Reply to  Antonino

I vigili???ahahahahha , ma tu ti rendi conto che elementi abbiamo nel corpo dei vigili urbani??Dai su… è ancora presto per ridere

Milazzese
Milazzese
30 giorni fa

Dall’atteggiamento descritto sicuramente sono giovanotti barcellonesi in alterazione psichica da sostanze psicotrope. Ma Lei ha preso il numero di targa ? bastava questo, non ho capito se lo ha fatto ed è strano se non lo ha fatto.

Bbb
Bbb
30 giorni fa

Straviziati, maleducati, e senza voglia di fare nulla, e se ne beccano qualcuno i genitori apposta di punirli cosa fanno?li difendono… “È un bravo ragazzo è la prima volta” Mandateli a lavorare e la macchina fategliela sudare a sti c……i

Coppolone grosso
Coppolone grosso
30 giorni fa

Una storia di fantascienza sembra …non ha visto il tipo di macchina ?? La targa ?? colpito da una macchina in corsa con l ombrello?? correva al centro della strada ???era un ombrellone per la distanza dall horizon a centro strada …boooo

Peppe
Peppe
1 mese fa

Animali, meritate di marcire in galera