Da domani (domenica 19 aprile) si potrà correre e passeggiare nei pressi della propria abitazione e la consegna a domicilio dei prodotti alimentari potrà avvenire anche la domenica e nei giorni festivi. Sono queste alcune delle nuove misure adottate con un’ordinanza dal governatore Nello Musumeci.
A Milazzo, però, se qualcuno pensa di riversarsi in massa sul lungomare di ponente, sulla spiaggia o alla Fondazione Lucifero, rischia una multa salata. Fermo restando che rimane un’attività individuale e non si possono organizzare passeggiate o corse di gruppo e bisogna mantenere il “distanziamento sociale”, l’ordinanza precisa che queste attività motorie possono essere svolte «come previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri». In sostanza, la si può fare non più di una volta al giorno ed è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. Dunque, chi sta nella Piana, al Capo, o nel centro cittadino, non è giustificato se verrà fermato dalle forze dell’ordine al Tono, ad esempio.

Sempre da domani sarà consentita la cura del proprio orto (nei giorni feriali), la manutenzione di parchi e giardini e l’allestimento dei lidi balneari. Restano in vigore le quattro zone rosse, con delle novità. Per agevolare i lavoratori pendolari sullo Stretto di Messina viene introdotto un “visto”. Provvedimenti che il presidente della Regione Siciliana ha deciso di prendere tenuto conto di «un’inferiore diffusione del contagio rispetto ad altre parti del territorio nazionale», che consente, quindi, di «uniformare, prudentemente e proporzionalmente, le misure urgenti di contenimento già adottate nell’Isola» con il decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Ecco tutte le novità.

Manutenzione e conduzione di terreni e aree verdi
È consentita, in quanto riconducibile a “situazione di necessità” finalizzata a sopperire alle esigenze alimentari e ai lavori di manutenzione per la prevenzione degli incendi, l’attività non imprenditoriale necessaria per la conduzione di terreni agricoli e per la cura degli animali. L’uscita nell’ambito del medesimo Comune o verso un Comune diverso da quello in cui attualmente si trova l’interessato, è consentita una sola volta al giorno e a un solo componente del nucleo familiare, ovvero a un soggetto delegato. È, altresì, autorizzata l’attività di manutenzione di aree verdi e naturali, pubbliche e private. Le attività sono consentite solo nei giorni feriali.

Disposizioni in favore delle persone con disabilità
È consentito, in caso di necessità, alle persone affette da disabilità intellettive, relazionali o motorie, con l’assistenza di un accompagnatore, compiere un’uscita giornaliera di breve durata e in prossimità della propria abitazione.

Attività motoria e jogging
Saranno consentite le attività, così come previsto dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Disposizioni in “zona rossa”
Nei Comuni di Agira, Salemi, Troina e Villafrati resta in vigore la “zona rossa”, ma sarà consentito il transito in entrata e per garantire le attività necessarie alla cura e all’allevamento degli animali, nonché per le attività, imprenditoriali e non, in quanto connesse al ciclo biologico delle piante, anche per il sostentamento familiare.

Consegne a domicilio
È disposta la chiusura al pubblico di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati nei giorni domenicali e del 25 aprile e del primo maggio. È fatta eccezione per le farmacie e per le edicole. È, tuttavia, consentito, anche nei festivi, il servizio di consegna a domicilio dei prodotti alimentari e dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento.

Stabilimenti balneari
È consentita l’attività di manutenzione, montaggio e allestimento degli stabilimenti balneari, nonché la pulizia della spiaggia di pertinenza. L’impresa esecutrice è tenuta a garantire nelle aree di cantiere il rispetto delle normative di settore, il distanziamento sociale e ogni altra misura finalizzata alla tutela dal contagio, avendo cura di interdire l’accesso ai non addetti ai lavori.

Disposizioni sanitarie
Restano invariate le disposizioni di obbligo di quarantenma per tutti coloro che arrivano in Sicilia e per i soggetti positivi in stato di isolamento domiciliare.

Stretto di Messina
I lavoratori pendolari che attraversano lo Stretto di Messina dovranno compilare un modulo (allegato all’ordinanza) e trasmetterlo al dipartimento regionale della Protezione civile per avere il “visto” di autorizzazione. Esso dovrà essere esibito all’atto dell’imbarco al personale addetto al controllo per rendere più agevole il transito dei pendolari. I relativi controlli saranno previsti dalla prima corsa del 22 aprile. Restano in vigore le disposizioni relative al controllo sanitario agli approdi della Rada San Francesco, della Stazione Marittima e di Tremestieri.

Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
MARIO
MARIO
3 anni fa

SCUSATE MA SE IO ABITO A PONENTE E SONO SOLO POSSO FARE LA PASSEGIATA VICINO AL MARE ?

igor
igor
3 anni fa

2. I Sindaci non possono adottare, a pena di inefficacia,
ordinanze contingibili e urgenti dirette a fronteggiare
l’emergenza in contrasto con le misure statali, né eccedendo
i limiti di oggetto cui al comma 1. art 3 dpcm 25/03/20

Salvo
Salvo
3 anni fa

.

In pratica chi ha una campagna e degli animali domestici: galline, conigli, cani, o altro, per il Sabato e la Domenica può lasciargli 10€ e fanno da se
O magari ordina mangime fieno e croccantini da asporto.Forse bisognerebbe anche leggere e capire quando si scrive…..

aiuto
aiuto
3 anni fa

Il STI (Stato Indipendente del Tono) chiude le frontiere del suo personale territorio

Onnep
Onnep
3 anni fa

Io vado a ponente,problemi?