Il deputato barcellonese Antonio Catalfamo,  attuale capogruppo di Fratelli d’Italia, lascerà il partito della Meloni per passare nel nuovo gruppo dei leghisti all’assemblea regionale siciliana. L’indiscrezione del passaggio di Catalfamo nella Lega, di cui si vociferava da tempo, è stata confermata dal quotidiano online Live Sicilia che segue con attenzione le vicende palermitane.

Chi pensava che i giochi d’artificio si fossero esauriti la notte di capodanno si sbaglia. Tra Milazzo e Barcellona i colpi migliori devono essere esplosi. Il passaggio di Catalfamo, infatti, rimischia le carte e fa tramontare definitivamente il barlume di speranza che ipotizzava la scelta di esponenti come Pippo Midili o Lorenzo Italiano come jolly del centro destra a Milazzo in vista delle amministrative di primavera. La Città del Capo, a questo punto, potrebbe ritrovarsi un candidato a sindaco proposto dalla Lega di Salvini in rappresentanza della coalizione.

Secondo il quotidiano online il passaggio verrà ufficializzato al rientro dalle vacanze natalizie.

Addirittura il deputato barcellonese dovrebbe andare a guidare il gruppo che – sempre secondo Live Sicilia – sarà composto da Orazio Ragusa (ex Udc e Forza Italia), Giovanni Bulla (Udc)e  Marianna Caronia (eletta in Forza Italia e poi passata nel misto).

«La nascita di un gruppo parlamentare è il preludio dell’ingresso della Lega nella compagine di governo regionale. Nello Musumeci ha parlato della possibilità di un rimpasto a giugno», anticipa Live Sicilia.

Ma cosa accadrà a Milazzo se il passaggio verrà confermato? A quanto pare si confermano le voci che vorrebbero in rappresentanza del centro destra un esponente della Lega che avrebbe anche il supporto di Diventerà Bellissima, il movimento del governatore Musumeci, e di Forza Italia che andrebbe a piazzare il suo candidato a sindaco a Barcellona (Roberto Materia, permettendo).

Condividi questo articolo

guest
13 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Diego
Diego
1 anno fa

Questi politicanti cambiano credo e partiti come se fossero paia di calzini o di mutande…attenzione Milazzesi, i lupi sono in agguato e non conoscono vergogna…occhio a chi darete i vostri consensi nelle prossime amministrative, riflettete…Milazzo ai Milazzesi!

tindaro
tindaro
1 anno fa

mi+chia tutti a lamentarsi,va a finire che il voto gliel’ho dato io…mah. Andate a vedere le ultime comunali o le ultime regionali. Com’è possibile che in consiglio ci siano persone dei comuni limitrofi o che i voti li abbiano presi messinesi e barcellonesi;e non mi si venga a dire che i candidati di Milazzo siano il nulla perchè lo sono altrettanto anche gli altri.

Povera Patria
Povera Patria
1 anno fa

Chi me lo doveva dire che un paese siciliano al 100% con tutte le sue contraddizioni, magagne, potenzialità inespresse e bellezze impareggiabili dovesse cadere così in basso…
Povera patria schiacciata dagli abusi del potere
Di gente che non sa cos’è il pudore
Si credono potenti e gli va bene
Quello che fanno e tutto gli appartiene
Tra i governanti quanti perfetti e inutili..

Salvo
Salvo
1 anno fa

E bravo………………………ed adesso tu con quale coraggio sponsorizzi a Sindaco di Milazzo a Midili? Lo porti nella Lega??

Franco
Franco
1 anno fa

Minchia della coerenza. Fino alla scorsa settimana cercava candidati a Milazzo per fare la lista di Fratelli d’Italia dicendo che era un partito in ascesa e l’unico da sempre portatore di valori e oggi fa il salto della quaglia. Chissà cosa gli hanno promesso oppure pensa che in FdI non potrà mai più essere eletto.

Antonio
Antonio
1 anno fa
Reply to  Franco

Sicuramente gli hanno promesso la candidatura alle elezioni politiche e il povero Alessio Andaloro ha inghiottito il boccone amaro perché perché quando è passato alla lega pensava di essere lui il candidato del collegio. Ora invece si suca l’ovu duri.