L’assessore Damiano Maisano fotografa un cestino strapieno in via Marina Garibaldi per segnalarlo alla Loveral (FOTO OGGI MILAZZO)

Se non è una vera rivoluzione poco ci manca. Ieri è giunta al comune di Milazzo, sulla scrivania dell’assessore all’Ambiente Damiano Maisano,  la notizia dell’affidamento definitivo alla Tech srl di Floridia della gara settennale del servizio integrato dei rifiuti. La notizia è nota da settimane ma ora è ufficiale dopo che la commissione dell’Urega ha ultimato le verifiche sui documenti (il ribasso del 5,59 per cento sul prezzo a base d’asta di 32 milioni e 175 mila euro oltre Iva).

Entro trenta giorni deve partire il servizio e per Milazzo sarà una vera rivoluzione. Se fino ad oggi le ditte che si sono succedute con gare da pochi mesi hanno lavorando senza grandi “slanci” con un appalto più strutturato ci sarà sicuramente un cambio di passo sulla qualità del servizio e sul controllo degli operai.

Il piano economico della gara contempla, oltre alla raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, anche lo spazzamento e tutta una serie di servizi di igiene pubblica (pulizia spiagge, pulizia caditoie, raccolta dei rifiuti pericolosi, pulizia dei terrapieni di Ponente e Levante).

La Commissione ha premiato “la strategia complessiva del progetto della Tech srl che che prevede l’utilizzo di una flotta di mezzi all’avanguardia finalizzati al risparmio energetico e dotati di controllo satellitare (verrà controllato il mezzo a distanza e verificare tempi di fermata per eventuali pause o il tempo di svolgimento di servizi specifici), cambieranno i giorni di conferimento, ogni famiglia verrà dotata di sacchetti con il codice a barre per individuare a cui appartiene in casi di controlli per verificare l’esatto conferimento della frazione differenziata).  Inoltre sono state previste due isole ecologiche per le varie tipologie di rifiuti, fatta eccezione per l’umido al fine di favorire una migliore gestione della “differenziata”.

La società sta cercando terreni dove aprire il cantiere e il deposito mezzi.

Naturalmente la ditta partirà ad aprile se non vi saranno ricorsi da parte della seconda classificata. Nei giorni scorsi la Caruter di Brolo ha fatto un accesso agli atti poichè lo scarto con la vincitrice sarebbe di ben 20 punti (un abbisso). La ditta, fra l’altro, aveva presentato un ribasso più alto pari al 8,22% ma la commissione ha ritenuto “economicamente più vantaggiosa” per la serie di integrazioni che la Tech srl garantirà.

Condividi questo articolo
5.153 visite

12
Rispondi

avatar
400
5 Comment threads
7 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
11 Comment authors
quiGiuliaMarcoCiccio401ciccio Recent comment authors
più recente meno recente più votato
qui
Ospite
qui

metodi di controllo fascista che genereranno solo l’incremento di discariche abusive.

ciccio
Ospite
ciccio

Da noi(Ciantro) per ora lo “slancio” si vede solo nei giorni di raccolta differenziata, raccogliendo tutto quello che invece conferiamo giornalmente.

Schifato
Ospite
Schifato

Vedremo. Intanto assessore Maisano passi in via xx settembre di fronte al Conad x intenderci sono giorni che giacciono i rami tagliati degli alberi nei parcheggi e con il cattivo tempo foglie e rami sono sparpagliati x tutta la via e le caditoie intasate oggi sabato ore 18 sono ancora lì e ci resteranno almeno fino a lunedì se tutto va bene. L’ennesima assurdità che nessuno vede … vergognaaa

Angelica
Ospite
Angelica

E con chi utilizza altri sacchetti per eludere i controlli e se ne infischia di quelli con il codice a barre, come la mettiamo?

Giulia
Ospite
Giulia

Non penso che i sacchetti verranno consegnati porta a porta. Forse all’inizio, poi si dovranno ritirare in sede. A quel punto dovrebbero controllare i sacchetti con i codici a barre che non vengono ritirati e multare a prescindere.
Non credo sarà un lavoro facile, ma se ne saranno capaci buon per tutti!

Marco
Ospite
Marco

Bisogna fare informazione sul territorio, dividere la raccolta solo su 2 giorni settimanale, Giorno 1 umido plastica e vetro, giorno 2 umido carta e indifferenziata, inoltre tutta la comunità deve usare solo 3 tipi di sacchetti uno Bio per l’ umido, un sacchetto blu indifferenziata, uno giallo per la plastica, la carta deve essere messa in buste di carta o scatoloni di carta, le altre buste bandit

Paolo
Ospite
Paolo

e d’estate, il sacchetto bio per l’umido, ogni tre giorni, come lo gestisci? Con le temperature che ci sono da queste parti, il cibo scartato fermenta alla velocità della luce, con conseguente distruzione del sacchetto. A meno che non mettiamo tutto in frigo in attesa della raccolta. Il balcone o terrazzo non è nelle case di tutti, e nelle scale credo che non si possa lasciare, per motivi ovvi

Gaia
Ospite
Gaia

Un giorno solo di raccolta per l’indifferenziata non basterà, e neanche le buste dove ci sono persone allettate e neonati. Per la raccolta carta i sacchetti di carta quando piove si bagneranno

senzapelisullalingua
Ospite
senzapelisullalingua

Egr.sig. Marco,giacchè Lei si ritiene economicamente ecologico,sposerò la proposta se Lei prenderà in carico ogni sera,per tenerli rigorosamente e ecologicamente sino al giorno di ritiro,i pannolini utilizzati dal mio bebè e di mio nonno,con prodotti altamente biologici all’interno,avvolti per non sprecare nulla in carta di giornale usato e non imbustati nella plastica.

Ciccio401
Ospite
Ciccio401

Perfettamente d’accordo ma che ci vuol fare il moralismo bigotto vige sovrano

Marco
Ospite
Marco

Ha perfettamente ragione, continui a buttare tutto tutte le sere, la mia è solo una soluzione adottata dalla maggior parte delle città centro -nord Italia , e poi se non sbaglio nell’ articolo si parla di area ecologica se sa cosa sono, buona giornata

Paolo
Ospite
Paolo

e lei sa dove si trovano? Che senso ha pagare la tassa della spazzatura se io, ogni sera, devo conferire, spostandomi con la macchina (perché in città non possono stare), il pattume, per evitare che mi appesti casa? Il centro nord…..non lavora solo come dice lei. In Umbria la raccolgono 3 volte alla settimana, ad esempio. Quindi, prima di pontificare, si informi!