“Ali d’Angelo” di Giovanni Coccoli

E’ milazzese il vincitore del Premio Vizzini. A conquistare il consenso della giuria è stata la foto del capodoglio maschio di otto metri rimasto spiaggiato a Capo Milazzo scattata dal biologo Carmelo Isgrò. Lo scatto dal titolo “Laudato sì” ha vinto la IV edizione del Premio istituito dalla famiglia in ricordo del grande fotoreporter messinese Michelangelo Vizzini. Al concorso hanno partecpato 400 fotografie. Isgrò, fotografo subacqueo professionista, aveva vinto diversi riconoscimenti nelle edizioni precedenti, ma mai raggiunto la vetta del podio: il ritrovamento del grande mammifero avvenuto nel giugno del 2017 davanti alla Pietra Perciata, nei pressi di Punta Mazza, gli è valso la vittoria assoluta con un premio di 300 €.

“Ali d’Angelo” di Giovanni Coccoli

Medaglia d’argento a Giovanni Coccoli con “Ali d’Angelo”, che immortala in bianco e nero un canadair che spegne un incendio (buono Explorer Informatica da 200 €); terzo posto a Giuseppe Arangio con “La Solitudine”, scatto anche stavolta in bianco e nero, con un mendicante sdraiato di spalle su un lettino di un lido estivo posizionato per strada (buono agenzia viaggi Albertour da 150 €). A loro sarà consegnata una piccola scultura realizzata dallo scultore messinese Antonello Arena, che racchiude una pellicola fotografica dentro un cono di resina. Quarto e quinto, che ricevono due tour guidati offerti da Discover Messina Sicily e chiamati “Etna – Taormina” e “Sulle Orme del Padrino”: Ludovico Giacobbe con “Maglia rosa”, cioè il festeggiamento del ciclista lussemburghese Bob Jungels per la prima posizione nella quinta tappa del Giro d’Italia del 2017 a Messina; Mauro Nicita con “I colori della vittoria”, foto simile alla precedente dove due atlete si abbracciano nel campo da gioco di beach volley a Vulcano.

“Maglia rosa” di Ludovico Giacobbe

Premio social, dedicato alla memoria di Andrea Vizzini (figlio di Michelangelo), alla foto con più like su Facebook, nella pagina di TempoStretto, assegnato a Ludovico Lucà con “Messina in cartolina” (buono ottica Monte da 150 €). Infine il riconoscimento dell’associazione Morgana Sonia Andaloro, anche lei milazzese, per “Via Crucis Vivente Pace del Mela” (foto in basso): una processione inquadrata con grandangolo e particolari effetti sfocati che la rendono un’immagine in movimento.

Note di merito vanno a: “L’uomo, il volo, il mare” di Eleonora Costa; “Messina Tricolore” di Roberto Orecchio; “Sgranando un Rosario” di Nicola Vaiana; “Le forme dell’amore” di Silvio Ruvolo; “La Sirena” di Dario Lopes; “Money Maks Money” di Francesco Algeri.

“I colori della vittoria” di Mauro Nicita

La cerimonia di premazione si terrà giovedì 10 alle 21 nell’ambito della Piazza dell’Arte promossa nella Scalinata del Rettorato dell’ateneo messinese dall’associazione Morgana. La commissione giudicatrice, presieduta dal Giulio Santoro, è composta dalla figlia e dal nipote di Vizzini, Nanda e Mirko, dai giornalisti Rosalba Garofalo e Massimiliano Cavaleri, dal regista Fabio Schifilliti, dal fotoreporter Filippo Isolino, dal fotografo Gianmarco Vetrano e da due socie dell’associaizone Morgana Francesca Musarra e Marilù Granata. Il concorso si è svolto in partnership con TempoStretto.it, associazione culturale Bimaris, Commerciale Gicap Spa (Sidis 3.0, SidisOnline e QuiConviene.it), Albertour Viaggi e Turismo, Europa Due Media & Congress, Associazione Morgana, Ottica Monte, Discover Messina Sicily, Nuova Ricevitoria e Punto Servizi D&A, Explorer Informatica.

La foto “Via Crucis Vivente Pace del Mela” della milazzese Sonia Andaloro

 

Condividi questo articolo
6.100 visite
guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
#fotografodastrapazzo
#fotografodastrapazzo
2 anni fa

Il premio Vizzini va ad una foto immeritata. Il cetaceo presenta troppo riflessi di luce, bastava cambiare angolazione, oppure bisognava utilizzare un filtro per eliminarli.

Carmelo Isgro'
Carmelo Isgro'
2 anni fa

gentile signor “#fotodastrapazzo” (già il fatto che non si faccia riconoscere la dice lunga), sono Carmelo l’autore della foto.
Quello di “Vizzini” è un concorso indirizzato ai fotoreporter (come era Michelangelo, a cui è stato dedicato il Premio) non di fotografia estetica. La foto è stata premiata, non perché tecnicamente “perfetta”, ma perché evidentemente rispondeva a canoni fotogiornalistici

#fotografodastrapazzo.
#fotografodastrapazzo.
2 anni fa
Reply to  Carmelo Isgro'

Se non vado errato e se la mia esperienza non mi inganna, dico pure che è stata scattata con un cellulare.
Non credo che il Vizzini andasse i giro a fare il fotoreporter con il cellulare?
Su questo posso pure sbagliarmi.