L’USB, Organizzazione Sindacale tra le più rappresentative dei lavoratori precari nel panorama nazionale, organizza una Conferenza stampa al fine di presentare all’opinione pubblica, il Reclamo Collettivo promosso davanti alla CEDU ad istanza dei lavoratori precari siciliani degli Enti Locali, inerente la tutela dei diritti dei lavoratori precari contro quello che vieen definito in una nota stampa «il più gigantesco abuso in materia di reiterazione di rapporti di lavoro a termine mai realizzato nella Pa italiana, che in Sicilia dura da quasi trent’anni».

Reclamo promosso anche a tutela dei Dirigenti degli Enti Locali siciliani, chiamati in causa dall’Avvocatura generale dello Stato in quanto, secondo la normativa italiana vigente nel Testo unico sul pubblico impiego, ritenuti i responsabili dell’abuso perpetrato ai danni dei lavoratori, per l’adozione dei loro atti di gestione dei rapporti di lavoro precari reiterati illegittimamente nel tempo.

Interverranno  per USB i Dirigenti Nazionali: Gilberto Gini – Responsabile Nazionale USB EE.LL; Aldo Mucci – Sede USB di Agrigento; Sandro Cardinale – Sede USB di Palermo; Alessandro Currò – Sede USB di Messina

I legali che hanno presentato il Reclamo Collettivo per conto di USB: Avv. Sergio Galleano giuslavorista e legale delle cause dei dipendenti precari presso le giurisdizioni italiane e la Corte di Giustizia dell’Unione Europea; Avv. Vincenzo De Michele giuslavorista e legale delle cause dei dipendenti precari presso tutte le giurisdizioni italiane e la Corte di Giustizia dell’Unione Europea; Dott. Gaetano Aiello  esperto in materia di legislazione del lavoro e pubblica amministrazione e sul precariato pubblico e attualmente collaboratore c/o la Vice Presidenza Vicaria dell’Assemblea Regionale Siciliana;

Condividi questo articolo
1.322 visite