«Non ci saranno black bloc, No Global o manifestanti che in qualche modo potranno rovinare con iniziative violente il corteo pacifico “anti Css” previsto oggi a Milazzo». Ad assicurarlo gli organizzatori del corteo di protesta che partirà alle 15 da Piazza San Papino con la benedizione dei parroci don Peppe Trifirò (Archi) e padre Marco D’Arrigo (Sacro Cuore) e che attraverserà le principali strade mamertine. Il tempo dovrebbe reggere. Secondo le previsioni metereologiche fino alle 18 non ci saranno precipitazioni nel centro di Milazzo. Confortati dagli addetti ai lavori, poco fa, è stata confermata la manifestazione che rischiava di essere rinviata ad aprile, dopo la Pasqua.

«Nei giorni scorsi si sono sono diffuse voci infondate sulla presenza di gruppi estremisti provenienti da fuori Milazzo che dovrebbero minare lo spirito pacifico del corteo – continuano gli organizzatori – ma così non è. Si tratta di una “strategia del terrore” che vorrebbe trasformare in un flop questo forte segnale dei residenti contro la realizzazine dell’inceneritore di Css (combustibile derivato dai rifiuti) all’interno della centrale A2A/Edipower di San Filippo del Mela».

Il centro cittadino da stamattina è monitorato da polizia, carabinieri, vigili urbani. Previsti un centinaio di agenti. Con ordinanza del sindaco (e su disposizione delle forze dell’ordine e della Prefettura) è stata vietata la sosta delle auto nelle strade attraversate dal corteo e rimossi i cassonetti dei rifiuti. Stamattina alcuni carri attrezzi hanno rimosso decine di mezzi in zona vietata. Tra i commercianti è scattata una sorta di psicosi: sarebbe stato raccomandanto di abbassare le saracinesche e di rimuovere strutture mobili fuori dai propri locali.

«A nostro giudizio si tratta di esagerazioni – continuano gli organizzatori  – ci saranno come in altre occasioni associaziazioni, famiglie, bambini, anziani che in modo pacifico vogliono difendere il nostro territorio».

In queste ore numerosi gli appelli delle associazioni: «É fondamentale la presenza massiccia della popolazione per far capire alle istituzioni regionali e nazionali che il territorio non è più disposto ad ospitare colossi industriali che intendono realizzazione impianti altamente inquinanti e dannosi per la salute pubblica con enormi profitti economici per gli inquinatori», scrive Adasc.

Olga Nassis dell movimento #decidiamonoi sottolinea l’importanza di difedendere «la salute e la vita dei nostri figli».

Giacono Di Leo del Pcl (Partito comunista lavoratori), in una nosta sostiene che «Il Css (combustibile solido secondario) è già tristemente noto per la produzione di diossine e metalli pesanti nell’aria in quantità maggiori di un pur pericoloso moderno inceneritore di rifiuti. Secondo studi epidemiologici della Procura di Savona un’incidenza altissima di morti per tumori e malattie è già stata sperimentata presso un’analoga centrale di Vado Ligure. Bisogna Lottare, quindi, per evitare la costruzione e la messa in opera di un altro strumento di morte in questa zona».

Condividi questo articolo
832 visite

17
Rispondi

avatar
400
8 Comment threads
9 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
11 Comment authors
Orlando e i Paladini di FranciaAlto AdigeE giàLavoratoreSchifato1 Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Contro tendenza
Ospite
Contro tendenza

Che ci azzecca Padre Marco, perché non si fa il buon prete, fare paragoni significherebbe sminuire l’altra forte figura, dove sta la coerenza con la Raffineria, chi ti consiglia ti sta portando a sbattere, ti hanno messo in mezzo a qualcosa di incontrollabile, a questo punto che si sta facendo palatino dell’ambiente inizi una campagna contro la Raffineria. Marano ha ragione.

Orlando e i Paladini di Francia
Ospite
Orlando e i Paladini di Francia

Palatino, questa è grandiosa

Grillo Parlante
Ospite
Grillo Parlante

MAI in un corteo a fianco di un prete politicante pseudo ambientalista come Trifirò!

schifato
Ospite
schifato

Milazzo …. Che tristezza la sua amministrazione … I suoi servizi… Il suo decoro…. I suoi eventi(di ogni genere)… Che delusioneee….. Quando cambieranno le cose ? Quando avremo un’amministrazione capace? E quando ci troveremo in cabina elettorale a scegliere un candidato davvero capace anziché scegliere il male minore?…. Vergognaaaaa

schifato
Ospite
schifato

Milazzo la citta del caos … Delle cose fatte senza un filo logico… Le macchine nei divieti di sosta rimosse con le fasce sollevate e messe sui carri atrezzi (credo noleggiati a spese del comune e quindi nostre ) e da domani fioccheranno le denuncia dei possessori delle auto sollevate e di conseguenza danneggiate … E i nostri vigili a guardare …. Mhaaa bhooo… Che tristezza …

shifato
Ospite
shifato

Nooooo ma a Milazzo ci piace esagerare… L’importante è creare disagi alla comunità qualsiasi cosa si faccia ….. Divieto di sosta x tutte le vie principali della citta dalle 8 del mattino fino alle 20 …. Ma ci rendiamo conto? VERGOGNAAAA.

Schifato1
Ospite
Schifato1

Perchè secondo la tua grande intelligenza queste cose succedono solo a Milazzo? Dovunque, quando ci sono manifestazioni di qualunque tipo, si prendono questi provvedimenti per cercare di evitare che qualche testa calda possa danneggiare le autovetture!

Lavoratore
Ospite
Lavoratore

Senti, se si pensa che queste manifestazioni possano creare danneggiamenti, semplicemente, non si autorizzano….bloccare una citta per 1000 nullafacenti disperati….ma finiamola e andatevene a lavorare se ne siete capaci!

E già
Ospite
E già

Travagghiaturi, tutte le manifestazioni possono sfociare in incidenti perchè gli esauriti sono dovunque, perciò è meglio prevenire! Se non arrivi a capire questo io non so che farti. In Italia le manifestazioni sono tutte autorizzate perchè, non so se ti risulta, ognuno ha la libertà di esprimere il suo pensiero come meglio gli pare purchè non danneggi nessuno. E ieri non è stato danneggiato nessuno. Abbiamo manifestato anche per la tua salute.

Schifato
Ospite
Schifato

Intelligente se si temono danni e rivolte che provocano caos non si autorizza una manifestazione o quantomeno non si fa percorrere tutta la città espandendo il pericolo x tutto il centro abitato. Ci vuole intelligenza ma noto che manca.

E già
Ospite
E già

Si, vero manca, manca!!! Senza macchina non si può vivere, nemmeno per un giorno. Manca proprio l’intelligenza.

Schifato
Ospite
Schifato

Genio ma la macchina la devi pure poter lasciare per non usarla o no ?? se vivi in centro e devi toglierla per i divieti la devi prendere o no ? a siii vero Geniooo