All’interno vi erano custodite opere d’arte di pregio, ma la porta della chiesa del S.S Salvatore, edificio di culto che si affaccia sul Borgo Antico, di fronte ai locali della movida milazzese, era chiusa con del fil di ferro. Nonostante questo, dopo il  furto della settimana scorsa a quanto pare – come riporta la Gazzetta del Sud – i ladri si sarebbero introdotti per la seconda volta in una settimana da una porta sul retro asportando un altro quadro che immortalava una scena dell’ Estasi di San Benedetto.

 Un’ opera sicuramente di un certo valore, così come lo era quella riproducente la trasfigurazione, copia, realizzata però da un autore di rilievo di una più famosa tela del 1600. A fare la scoperta ieri mattina la Soprintendenza che assieme al personale del Comune aveva effettuato un altro sopralluogo al fine di portare via tutte le opere d’ arte rimaste all’ interno della chiesa, finita evidentemente nel mirino dei predatori d’ arte. Aprendo il portone d’ ingresso, che l’ ultima volta era stato forzato, ci si è accorti che dalla parte retrostante la sacrestia, sconosciuti erano riusciti ad introdursi forzando la grata. Nella rara immagine una delle opere d’arte trafugate.

 

Condividi questo articolo
578 visite