Giovanni Mangano è stato riconfermato presidente dell’Area marina protetta “Capo Milazzo”. Dopo le nomine effettuate nei giorni scorsi dall’assemblea del Consorzio, questa mattina si è svolta, alla presenza del direttore Domenico Lombardo, la prima riunione del nuovo Consiglio di Amministrazione composto oltre che da Mangano, da Massimo Geraci, Ivana Bonaccorsi, Fabio Galluzzo e Nunziacarla Spanò, al termine della quale si è deciso di proseguire con chi ha guidato l’Amp nei primi tre anni successivi all’istituzione.
“Ringrazio i consiglieri per la fiducia – ha detto Mangano – e ribadisco il mio impegno ad operare per valorizzare sempre di più un Ente che gestisce un patrimonio straordinario che va tutelato ma anche promosso a livello nazionale ed internazionale. In questi tre anni abbiamo lavorato sodo superando anche tante difficoltà e vorrei ringraziare anche la consigliera uscente Simona Ratti (sostituita adesso da Ivana Bonaccorsi) per la preziosa e qualificata collaborazione. L’Amp è sicuramente una grande occasione non solo per preservare l’habitat marino e costiero, ma anche la svolta che consente di invertire il modello di sviluppo dell’intero comprensorio di Milazzo verso una soluzione ecocompatibile ed eco-sostenibile. Sono certo che d’intesa anche con l’Amministrazione comunale possa rappresentare occasione di sviluppo per la nostra città ma anche una  conquista importante per il territorio che si può contare su un sistema di tutela del mare che produrrà gradualmente un notevole indotto sulle politiche occupazionali legate al turismo di settore».
Oltre al rinnovo del Cda e delle cariche sociali, l’Assemblea dei soci ha proceduto anche alla nomina del nuovo revisore dei conti in sostituzione di Antonio Italiano che ha operato nel precedente triennio. Il nuovo revisore dei Conti è il milazzese Francesco Parisi.

 

 

Condividi questo articolo