Pulizia delle spiagge, troppe criticità, il Comune diffida la ditta e fa scattare le penali. Ad una settimana dall’estate la situazione della riviera di Ponente è tutt’altro che decorosa e il sindaco Midili, dopo un sopralluogo in diverse zone, ha chiesto agli uffici di intervenire.

Oggi dal settore Ambiente è stata inviata una lettera alla Caruter con la quale si comunica l’avvio del provvedimento per l’applicazione delle sanzioni previste dal capitolato d’appalto. Nello specifico si contesta il mancato ritiro dei rifiuti raccolti in cumuli a seguito della pulizia effettuata nel mese di maggio e la mancata effettuazione di interventi sul terrapieno e sulla spiaggia tra gennaio e giugno, secondo quanto previsto nel contratto stesso.

Nella nota si ricorda che “devono essere undici le persone da impiegare per l’espletamento del servizio di pulizia e mantenimento delle spiagge e per lo svuotamento e la pulizia dei trespoli e che deve essere garantito il servizio di pulizia dei terrapieni e dell’arenile con la cadenza prevista contrattualmente e con l’impiego di persone e mezzi non utilizzato nel servizio di mantenimento”.

«Una città turistica non può permettersi un tale biglietto da visita – ha affermato il sindaco Midili – anche perché già c’è un’attività di pulizia programmata con scadenze da rispettare. Se c’è qualcosa che non funziona occorre intervenire e applicare le sanzioni. Oggi i sette chilometri di arenile che collegano il Tono con Bastione presentano criticità che vanno superate immediatamente. È chiaro che non basterà eseguire un intervento straordinario ma occorre pianificare una serie di azioni finalizzate a mantenere gli arenili puliti anche nei mesi di luglio ed agosto quando l’affluenza sarà maggiore. Una città pulita significa anche spiagge pulite a partire dal mese di maggio e per l’intera durata dell’estate e in tal senso ci attiveremo per il futuro. Non possiamo costruire una seria prospettiva di sviluppo turistico se chi visita Milazzo porta con sé il ricordo di un ambiente degradato».

DIETRO LE QUINTE. Le criticità in materia di rifiuti non mancano. Continue le segnalazioni ad Oggi Milazzo. L’ultima riguarda via San Paolino intersezione Via Andrea Doria. Secondo quanto sostiene il nostro lettore da oltre un mese nessuno provvede alla rimozione di un cumulo di rifiuti. In un palo adiacente è apparsa la scritta: «Non è una discarica. Se ti vedo ti faccio foto e ti faccio multare».

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Nominatemi Premier
Nominatemi Premier
1 anno fa

Non avete voluto i termovalorizzatori? Ecco, questo è il risultato. Pensate di risolvere la cosa come anni fa per Napoli dove con milioni di euro mandavamo la munnezza napoletana in giro per il mondo, per poi finire in un termovalorizzatore svedese? Svegliatevi ignorantoni!

Roberto
Roberto
1 anno fa

Parcheggio in libera zona grotta Polifemo, così i camperisti leggono in internet. Amministrazione ci siete? Siete connessi? Aiutiamo i giovani ad aprire le attività per il bene della città, per garantire un lavoro, per dare servizi e noi cittadini ricordiamoci di essere i primi amministratori

Giovanni
Giovanni
1 anno fa

E una vergogna…solo a Milazzo non si riesce a pulire le spiagge come si deve. Questo grazie al Sindaco e tutta la sua amministrazione…. compreso la Caruter. VERGOGNATEVI!!!!!!!

Mbucciatibi
Mbucciatibi
1 anno fa

Magari se si vietasse veramente ai camper di buttare la spazzatura dove vogliono…
Ieri lordi di un furgone francese trasformato in camper, avevano barbecue e tavolini nella piazzola di sosta del capo, dopo gigliopoli. Ovviamente nessun vigile li ha fatti sloggiare.
Hanno buttato lì la spazzatura

Tony
Tony
1 anno fa
Reply to  Mbucciatibi

ieri 16 giugno verso le sette e mezza di sera accanto allo stadio ve ne erano 2 che facevano i loro porci comodi, doccia e acqua a gogo-scrocco

Leale85
Leale85
1 anno fa

Sulle erbacceie i cestini pieni dei terrapieni sono d’accordo che il sindaco punti il dito verso la Caruter …ma sulle segnalazioni di micro discariche che vengono fatte a Oggi Milazzo..bhe li ci sarebbe da unire il popolo contro questa gente perchè cosi non ci si viene fuori.