Per la prima volta a Milazzo sono stati superati i 250 casi. Per la precisione rispetto a ieri (244) sono stati acclarati altri 11 cittadini positivi e tre guariti per un totale di 252 casi. Una crescita costante legate principalmente alle riunioni nelle abitazioni privati di amici e parenti e di qualche “scivolone” (una parrocchia avrebbe organizzato pure una tombolata ma nonostante il distanziamento avrebbe dato vita a numerosi contagi) che ha portato il sindaco Pippo Midili a promuovere una sinergia con le forze dell’ordine per potenziare i controlli e prevenire situazioni che possono favorire l’incremento del virus.

E’ quanto emerso questa mattina nel corso della riunione del Comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza convocato dal prefetto su richiesta del sindaco Midili. Un confronto che ha consentito di fare il punto della situazione sull’andamento del Covid nella città del Capo che, dopo il periodo natalizio, sta registrando una vera e propria impennata con una media di 30 casi al giorno. Il primo cittadino ha riferito di aver adottato una ordinanza che limita la presenza, se non per precise esigenze, delle persone nei luoghi di aggregazione a partire dalle 17 e che pertanto sarebbe opportuna una collaborazione istituzionale per svolgere i controlli. Il Comune sta già procedendo con i vigili urbani – ha detto Midili – ma l’esiguo numero di personale non ci consente una attività a largo raggio.

Il prefetto, assieme ai vertici di carabinieri e guardia di finanza e al questore di Messina, ha assicurato che può esserci un supporto da parte delle forze dell’ordine, ovviamente nei limiti delle disponibilità di organico. Sarà pertanto dato mandato al dirigente del Commissariato di Milazzo di convocare un tavolo tecnico, alla presenza del sindaco, con i comandanti locali per organizzare l’attività di vigilanza in specifiche zone del territorio e secondo una suddivisione oraria delle presenze di ciascun corpo militare.

CONFERENZA CAPIGRUPPO PER FOTI. Il consigliere comunale Antonio Foti ha inviato al presidente del Consiglio Comunale una richiesta di Conferenza di Capigruppo allargata al Sindaco su Emergenza Covid 19.
Negli ultimi giorni – sottolinea il consigliere – stiamo assistendo ad un aumento preoccupante e costante dei contagi nella nostra città e, in attesa del Consiglio Comunale, la Conferenza di Capigruppo può rappresentare un luogo di confronto tra le forze politiche, alla presenza del Sindaco Midili, con l’obiettivo di trovare soluzioni immediate volte ad invertire la tendenza dei contagi nella nostra città oltre a continuare a veicolare informazioni utili sulla situazione legata all’emergenza.
Temi e problematiche quali per esempio, quelle legate al potenziamento dei controlli sul nostro territorio anche rispetto alle misure e alle disposizione previste dall’Ordinanza del Presidente della Regione Sicilia, il miglioramento dei servizi comunali al pubblico con l’obiettivo di limitare i rischi di contagi tra il personale dipendente salvaguardando così i servizi essenziali resi al cittadino.
Foti fa riferimento ai numerosi solleciti informali pervenuti da tanti cittadini relativi ad assembramenti avvenuti nei pressi dell’Ufficio Postale del centro città con l’obiettivo di migliorare l’accesso e la fruizione ai servizi postali da rendere alla nostra comunità. Ed altre questioni evidenziate negli scorsi giorni come per esempio la richiesta all’ASP di una relazione epidemiologica rispetto all’andamento del virus non solo in città ma su tutto il comprensorio.
“Infine – scrive ancora nel documento – mantenere alta l’attenzione sulla situazione e le difficoltà sempre più croniche dei nostri ospedali, ormai al collasso e che rischiano di non poter più disporre, da qui ai prossimi giorni, di posti letto sia in degenza ordinaria che in terapia intensiva attenzionando inoltre il percorso e la tabella di marcia sulla somministrazione dei vaccini sul personale medico dei nostri presidi ospedalieri. Senza dimenticare i servizi e il supporto necessario ai malati covid costretti a restare in casa”.

Condividi questo articolo

guest
8 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Salvatore
Salvatore
1 mese fa

Buongiorno mi chiedo quanto siano reali questi numeri che vengono divulgati mi chiedo quanto sia reale il numero dei positivi e il numero dei guariti. Vorrei tanto che venisse pubblicato Da chi di competenza un documento ufficiale dove si riportano i dati dei tamponi effettuati con le date il numero dei positivi e il numero dei guariti.
Questo è un diritto di tutti noi saperlo

La Sicilia nel cuore
La Sicilia nel cuore
1 mese fa

” Il Sindaco chiede maggiori controlli”… sono mesi che leggo sempre i soliti proclami! La situazione è ormai fuori controllo, il tracciamento a Milazzo non esiste e non funziona, le forze dell’ordine non vigilano e il milazzese medio si riunisce e gironzola con la mascherina a cerchietto sentendosi scaltro! L’unica soluzione è la zona rossa!

Onnep
Onnep
1 mese fa

Ormai semu a mari….unica cosa da fare evitare le uscite superflue visto che il signor sindaco ha permesso lo schifo dello schifo e la gente si è dimostrata totalmente irresponsabile. Unica chanche che abbiamo è la zona rossa o meglio ancora il lockdown,ma si cacano in coddu a farla

Gennaro
Gennaro
1 mese fa

È grave che chi è consapevole di essere positivo, esce da casa frequentando supermercati o pescherie. Bisognerebbe creare un controllo a campione dei positivi e denunciarli se non sono in quarantena.

marco
1 mese fa

250 Positivi frutto della strafottenza dei Milazzesi!!!
Questi sono i Milazzesi persone che non gli importa nulla di quello che accade intorno a loro.