A breve i primi interventi manutentivi di messa in sicurezza dell’asse viario di Milazzo. Successivamente si tenterà di portare avanti un progetto che consenta di superare tutte le criticità esistenti e che le azioni tampone non possono risolvere.
L’Amministrazione comunale, prendendo spunto da una interrogazione del consigliere Antonio Amato, sta pianificando le azioni che a medio termine interesseranno la principale via d’accesso a Milazzo che da tempo presenta gravi problemi per quel che concerne il guard-rail, danneggiato dai numerosi incidenti stradali, la segnaletica orizzontale e verticale e l’illuminazione nelle bretelle di entrata e uscita. Tutte questioni che il consigliere aveva sollevato e che nella passata amministrazione non sino stati portati a compimento per l’assenza di bilanci. 
Abbiamo  approfondito la questione – afferma l’assessore alla viabilità Beatrice De Gaetano – prendendo atto che già dal 2016 gli uffici avevano rappresentato con una dettagliata relazione le criticità esistenti, alla luce anche di segnalazioni pervenute. In quella occasione era stata anche prospettata la soluzione che passava da un progetto di circa due milioni e cinquecento mila euro per l’installazione di barriere di protezione laterale, scarificazione della pavimentazione stradale e realizzazione di un nuovo manto e realizzazione della segnaletica stradale verticale ed orizzontale. In quella stessa relazione il funzionario, l’arch. Pasqua Lidia Famà suggeriva, proprio per l’elevato costo dell’intervento la redazione di un progetto esecutivo, necessario al fine di eventuali partecipazioni a bandi nazionali o europei. Nell’immediato si chiedeva di prevedere delle somme per la manutenzione. Nulla però è stato fatto e oggi, preso atto della situazione abbiamo formulato un atto di indirizzo al dirigente del settore “Lavori Pubblici” affinché siano portati a compimento tutti gli atti finalizzati all’elaborazione di un progetto da inserire nel programma triennale delle opere pubbliche 2021/23 per la partecipazione ai prossimi bandi. Nel frattempo  però, nei limiti della disponibilità del bilancio si procederà alla manutenzione per garantire la sicurezza dei tanti  automobilisti che la percorrono”.

guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Nessuno
Nessuno
2 anni fa

Cosa buona se davvero viene portata a realizzare, visto che tra acqua che non drena per i punti di scolo delle acque INESISTENTI , con vari punti che anche a 40km orari si fa acquaplanning, nei bordi carreggiate cè una bella vegetazione ecc ecc
Datevi na mossa visto i vari incidenti sono all’ordine del giorno ……

CHIEDO AL SINDACO
2 anni fa

VEDO CHE C’E’LA BUONA VOLONTA’ DI METTERE IN SICUREZZA L’ASSE VIARIO, CARO SIGNOR SINDACO MI RIVOLGO A LEI, QUANDO SI PENSERA’ DI METTERE I PALI DELLA LUCE MANCANTI NELLE ZONE A RISCHIO DI INCIDENTI ,PARLIAMO ZONE ABITATE, ESEMPIO VIA DELLA CONCORDIA N.5 DA OLTRE 10 ANNI NON E’ STATO RIMESSO…SIAMO TOTALMENTE AL BUIO.

UnMilazzese
UnMilazzese
2 anni fa

Era ora di pensare a quel percorso che soprattutto di notte e spesso alla cieca
Sono già secoli che almeno si sarebbero dovuti comprare dei barattoli di pittura per fare delle strisce decenti e ben visibili
Il rischio è che, come sempre, gli interventi siano solo mirati al contrasto della velocità delle auto non di tutti gli altri egualmente ed a volte importanti

Davide
Davide
2 anni fa

Sarebbe ora! Non vorrei dire, ma nello stato in cui versa, già da molti anni, l’asse viario andava chiuso al traffico. Manto stradale compromesso, segnaletiche quasi assenti, illuminazione carente e corsie di emergenza (da progetto) ridotte all’osso, oltre che impervie. Più che asse viario potremmo definirlo “asse mortuario”.

Cittadino attento
Cittadino attento
2 anni fa

Questa è la dimostrazione della totale incapacità della precedente amministrazione.