Dopo la morte del dottore Carmelo Formica il personale marittimo in transito a Milazzo è rimasto senza un medico. A sollevare la problematica è stato il consigliere comunale Massimo Bagli che ha scritto al ministero della Salute chiedendo la predisposizone di un bando per colmare il vuoto.

«In seguito alla scomparsa del dottore Carmelo Formica, medico generico fiduciario con ambulatorio in Milazzo – scrive –  il personale navigante marittimo rientrante in un ambito territoriale di circa ottanta comuni, è ora costretto a recarsi a Messina o Palermo per ricevere la necessaria assistenza sanitaria. Ciò costituisce motivo di notevole disagio per i marittimi costretti a sostenere lunghi viaggi per sottoporsi a visita».

 

Condividi questo articolo
1.513 visite