Pene più severe per le industrie siciliane che inquinano. È appena stata approvata all’Ars, la legge sulle “Disposizioni sanzionatorie inquinamento in Sicilia”.

A monitorare l’aria, a supporto degli enti pubblici istituzionali (Arpa, Asp, enti locali), ci sarà il ‘Simage’, un sistema di raccolta dati attraverso la nascita di ulteriori centraline che potrà avere il supporto anche delle industrie; a incassare le eventuali sanzioni saranno i comuni, una una forma di risarcimento. La legge inoltre prevede pesanti sanzioni fino alla revoca delle concessioni per le multinazionali e le imprese che operano nelle aree industriali della Sicilia: Siracusa, Priolo, Pace del Mela, Gela, Mellili, Milazzo.

In particolare, il testo si occupa della creazione di una rete integrata di controllo della qualità dell’aria nei poli industriali siciliani. Dovrebbe così nascere un sistema unico, gestito dall’Arpa, che raggrupperà i dati di tutti i sensori già installati dalle istituzioni e dalle industrie private, per avere in tempo reale in quadro completo e capillare rispetto alla qualità dell’aria. 

“Per me questo è il giorno più bello – ha dichiarato il Capogruppo di Forza Italia al Parlamento siciliano, Tommaso Calderone, promotore del disegno di legge insieme al collega del M5S, on. Giorgio Pasqua – Finalmente ciò che sin dal mio insediamento ho cercato, voluto e ottenuto adesso è legge. Chi inquina verrà condannato fino a 300.000 euro di multa e, in caso di violazioni reiterate, gli potrà essere revocata anche l’autorizzazione. La legge prevede anche controlli più severi per misurare la qualità dell’aria. Gli stabilimenti industriali saranno costretti ad ammodernare gli impianti. La tutela della salute dei cittadini che dimorano nelle zone definite ad alto rischio ambientale sarà dunque al primo posto».

La legge nasce dalle pressioni del comprensorio di Milazzo dove  insiste un’area ad alto rischio ambientale in cui spicca la Raffineria Eni-Kuwait e la centrale termoelettrica A2A. 

“Dedico questa legge – conclude il Parlamentare – a tutti coloro che, quotidianamente, stanno lottando contro il cancro”.

“Verrà istituito per legge – aggiunge il pentastellato Pasqua – il Simage, Sistema integrato per  il monitoraggio ambientale e la gestione delle emergenze, che opera attraverso il controllo continuo,  l’analisi e la trasmissione in tempo reale delle informazioni raccolte, garantendo un efficace flusso  di informazioni tra stabilimenti industriali, enti di controllo e popolazione. Il funzionamento della sala operativa  Simage verrà garantito, 24 ore su 24, presso le strutture territoriali di Arpa Sicilia. Tutti i segnali provenienti dai sensori/rilevatori  dei singoli camini industriali e delle stazioni di misurazione confluiranno alla sala operativa e saranno elaborati anche da un punto di vista grafico, valutati e resi disponibili. Sarà possibile conoscere il momento esatto e il luogo da cui provengono gli eventuali valori inquinanti, sia per la protezione dei lavoratori che per la prevenzione  degli incidenti. Una grande arma a difesa della salute”.

Condividi questo articolo

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Simone
Simone
9 mesi fa

Che vergogna di politici che sanno solo creare problemi a chi investe miliardi di euro, anzi a chi non li investe più perchè scappa e come biasimarli, da queste persone incompetenti e che per accontentare pochi celebrolesi che si riempono la bocca di ambiente si fanno belli con queste leggi folli, perchè invece non cercano di creare il lavoro per i nostri figli che sono costretti a scappare?

Simone
Simone
9 mesi fa

calderone sta cercando in tutti i modi di far abbandonare la Sicilia dalle industrie pesanti, che danno lavoro a migliaia di siciliani, che attraverseranno lo stretto e troveranno terreno fertile senza tutte queste regole che sono fuori dal mondo e pongono le industrie fuori mercato.
Le regole già esistono ed anche i modi per farle applicare.

Cittadino attento
Cittadino attento
9 mesi fa

Grazie all. On. Calderone per il suo impegno, grazie per avere dato dignità ai nostri morti, grazie per avere dato parità dei diritti a tutti i cittadini a scapito di qualche parassita sociale che aveva fatto business con un problema che interessa tutto il comprensorio.

Simone
Simone
9 mesi fa

Grazie a calderone e alle sue leggi le industrie scapperanno e questa volta la dignità la toglierà ai lavoratori che resteranno vivi ma senza lavoro.
Ricordatevi, lavoratori, quando voterete.

cittadino attento
cittadino attento
9 mesi fa
Reply to  Simone

dammi un consiglio tu per chi votare.

Simone
Simone
9 mesi fa

Sicuramente non per il partito di Calderone.