Ancora deve essere attivato ma lo Street Control, la temibile telecamera infrarossi che individua le infrazioni al codice della strada, già fa discutere. Pare addirittura che durante le prove in una sola uscita abbia registrato 135 violazioni. 

Il sindaco Giovanni Formica ha risposto ad una nota diffusa dal movimento civico “Amiamo Milazzo” del commerciante Maurizio Capone in merito alle perplessità sollevate in merito all’entrata in funzione dello “Street control”.

LA NOTA DI AMIAMO MILAZZO. Capone, nella nota, «fermo restando che le regole e il codice della strada vanno rispettati e che il disordine viario non piace a nessuno» riteneva che «in un momento di crisi economica, questa modalità di intervento sia inopportuna considerandola un balzello per impinguare le casse comunali». Capone, a nome di “AmiAmo Milazzo” parla di una «ulteriore tassa…non tenendo in considerazione che la città soffre della mancanza di adeguati parcheggi, servizi di  di trasporto pubblico». In poche parole lo Street Control viene ritenuto «non un modo per educare i cittadini ma una vera e propria repressione che vedrà  centinaia di multati  senza dare la possibilità di accedere ai parcheggi pubblici»

LA REPLICA DELL’AMMINISTRAZIONE. «L’applicazione delle sanzioni per violazioni delle norme del codice della strada, così come di ogni altra disposizione di legge, non presentano natura discrezionale – scrive Formica – sicché il sindaco in nessun modo può “scegliere” se e quando effettuare i relativi controlli che, naturalmente, sono di competenza del Comando di Polizia Locale. Peraltro, non posso non segnalare una palese incoerenza tra l’affermazione secondo la quale “le regole e il codice della strada vanno rispettali e che il disordine viario non piace a nessuno …” e l’ulteriore considerazione che qualifica come una “tassa” i verbali eventualmente elevati che, in ragione della affermata crisi economica, andrebbero, secondo la sua prospettazione abbuonati o addirittura evitati. In tale ultima ipotesi, peraltro, non mi è chiaro con quali modalità sarebbe opportuno intervenire per evitare i fenomeni, assai massicci, della sosta selvaggia o della doppia fila, così come quello, assai più pericoloso, della circolazione di veicoli privi di copertura assicurativa”.

«E’ pure il caso di sottolineare – prosegue il primo cittadino – che il numero assai esiguo di agenti della polizia locale e i divieti normativi di procedere a nuovi reclutamenti, suggeriscono, per mantenere condizioni accettabili di ordine nel traffico urbano, di utilizzare ausili tecnologici che, ormai, in tutte le città d’Italia vengono impiegati regolarmente. Ciò ancor più allorquando, come nel caso di Milazzo, l’utilizzo di tali strumenti è preceduto da puntuali comunicazioni in chiave preventiva.
Nella circostanza – continua –  avendo appreso con piacere dalla stampa che il suo movimento, di recentissima costituzione, aspira a diventare riferimento della cittadinanza alle prossime consultazioni elettorali, formulandole i migliori auguri, faccio voti perché, al di là dell’utilizzo di formule retoriche sulla “migliore qualità della vita”, voglia contribuire a sensibilizzare la cittadinanza al rispetto delle regole, a partire da quelle che governano la circolazione stradale, nella consapevolezza che cedere alla tentazione di assecondare o giustificare condotte irregolari può, sul momento, accrescere qualche simpatia, ma, nel tempo, mina alla radice il sistema di valori che assicurano la civile convivenza, promuovendo le furberie a tutto danno dei cittadini diligenti», conclude il sindaco Giovanni Formica.

CHE COSA E’ LO STREET CONTROL. Lo Street Control è un impianto formato da videocamera a infrarossi e macchina fotografica montato sulle auto della Polizia Municipale. Permette di scattare due foto in simultanea, anche a una distanza maggiore di 20 metri. In principio, lo street control era stato pensato solo per rilevare le auto in sosta vietata e quelle in doppia fila. Con il passare del tempo però, le sue funzioni sono state implementate. Così, attualmente, lo street control può rilevare anche: lo stato del bollo, dell’assicurazione e la revisione del veicolo. 

guest
13 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Marco
Marco
2 anni fa

Mah vergognatevi!!! Prima di attivare questi sistemi di controllo pensate a creare più parcheggi auto invece…che ogni volta uno e costretto a fare tremila giri in macchina prima di poter parcheggiare.

Marco
Marco
3 anni fa

Spero davvero che il nostro comune faccia ogni sforzo possibile per contrastare e reprimere i comportamenti di quei cittadini, che con il loro comportamento incivile, rendono ingestibile il traffico in città.
Solo un pazzo può usare la crisi economica come scusa per non far rispettare le regole;
non 1 ma 10-100-1000 STREET CONTROL!!!!!

Lare
Lare
3 anni fa

La solita “crisi economica”, che viene usata in ogni discussione ed argomento, secondo qualcuno può giustificare la maleducazione…Beh, io non sono d’accordo. Ormai a causa di questa “crisi” è possibile mettere tavolini dove si vuole, si può parcheggiare dove si vuole..etc etc… Complimenti, diamo sempre attenuanti a chi si comporta incivilmente e con atteggiamento spocchioso…

francesco
francesco
3 anni fa
Reply to  Lare

Io penso invece ad una cosa… ben più grave della sosta selvaggia…. “LE CONDIZIONI IMBARAZZANTI DEL MANTO STRADALE” caro sindaco Formica…ancora per poco per fortuna , lei lo sa che io nel giro di 1 mese ho dovuto cambiare 4 copertoni per una spesa di 480 euro?? la colpa di chi è?? mia o sua che non è in grado di gestire una piccola città come Milazzo…con la sua presunzione e arroganza ??

mario
mario
3 anni fa

per Capone la crisi economica legittima tutto anche l’inciviltà, votatelo

Peppe
Peppe
3 anni fa

Caro Sindaco,ha ragione Capone,elimina il caos e poi fai le multe altrimenti trattasi di mera REPRESSIONE. Fate in modo tu,ancora per poco,e la comandante di ELIMINARE il caos impedendo ai catorci l’ingresso in un posto che può contenere 3 e non 1000. Servizi pubblici da e per i parcheggi che creerete fuori città e dello strett controllo e delle multe non ci sarà bisogno.