«La città di Milazzo intitoli una piazza ad Andrea Camilleri». La proposta è del presidente del Consiglio comunale Gianfranco Nastasi, il quale ricorda come allo scrittore siciliano essendo anche Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica, possono essere, proprio in virtù di questa onorificenza, intitolate strade ed aree pubbliche in deroga ai 10 anni dalla morte.

“Ritengo giusto – sottolinea Nastasi –  che una città che ha avuto da sempre un ruolo culturale di prim’ordine nella nostra regione, tributi questo riconoscimento nei confronti di un personaggio che  ha esaltato i valori della sicilianità. Nei prossimi giorni sottoporrò questa proposta alle forze politiche”.

Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Pietro Lo Miglio
Pietro Lo Miglio
5 anni fa

Francamente l’idea del Lungomare Camilleri al posto di Garibaldi mi piacerebbe parecchio, ma anche un riesame pubblico storico dei presunti eroi garibaldini non sarebbe male.
La stessa via Giacomo Medici potrebbe ritornare a essere via San Giacomo.
Via dei Mille, poiché non erano 1000 ma al massimo 200, che suonerebbe male, potrebbe diventare via Autonomia Siciliana.
Pensiamoci.

Nicola Petrina
Nicola Petrina
4 anni fa

Lo Miglio, le sue giravolte politiche rimangono un mistero della logica. Con questi argomenti da autonomista siciliano fuori dal tempo, che ci fa in un partito che si chiama Lega Nord?

Umberto I
Umberto I
5 anni fa

Mi sembra giusto che la memoria del grande scrittore venga celebrata dalla nostra cittadina, ricchissima in cultura.
Sono sicuro che i nostri civilissimi concittadini non la sporcheranno ed il Comune provvederà alla sua cura.

Andrea
Andrea
5 anni fa

Perché non si occupa dei veri problemi della città e non di caxxate inutili….

Mark Twain
Mark Twain
4 anni fa
Reply to  Andrea

argomento brillante Andrea! ha mai pensato di leggere un libro? non dico camilleri, anche il vocabolario prima di andare a dormire?

Onnep
Onnep
5 anni fa

Lungomare Andrea Camilleri che per Garibaldi la storia sta mettendo le cose al suo posto