Il Dipartimento regionale dell’Ambiente ha approvato la convenzione sottoscritta con Arpa per la realizzazione di una rete di rilevamento automatica o semiautomatica, attivabile in tempo reale, per campionare e caratterizzare gli odori nell’area a elevato rischio di crisi ambientale del comprensorio del Mela. La somma a disposizione è di quasi 300 mila euro.

Da sempre il problema degli odori molesti è all’ordine del giorno nel comprensorio. Numerose le denunce delle associazioni ambientalisti al Tribunale di Barcellona. A chiedere centraline per monitorare i cattivi odori provenienti dalla zona industriale è stato anche il sindaco di San Filippo del Mela, Gianni Pino, che le ha chieste esplicitamente nel corso di una recente audizione alla commissione regionale del’Ars in materia di Ambiente.

L’arpa con le centraline potrà avviare il “Progetto per la valutazione delle molestie olfattive nell’Aerca del Comprensorio del Mela”.

Condividi questo articolo
2.225 visite

4
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
SimoneAntonioMPaoloOspite Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Simone
Ospite
Simone

Volevo far notare a chi non lo sapesse che già esiste una rete di 14 centraline funzionanti che inviano i dati alla ex provincia e ai comuni sui quali insistono.
Ben vengano anche queste altre due.

AntonioM
Ospite
AntonioM

Scommettiamo che non le attiveranno neppure questa volta?

Paolo
Ospite
Paolo

Le istituzioni, per convenienza, hanno la velocità delle tartarughe spiaggiate. Si vede che, quando si tratta di potentati economici, il coraggio dello stato (minuscolo), sparisce. Vergognatevi!

Ospite
Ospite
Ospite

1961 – 2019, 58 anni dopo l’avvio della raffineria. Mi domando : Ma non si poteva pensarci qualche anno prima?