AGGIORNAMENTO. Fumata nera dai camini della Raffineria. Una nube nera si è alzata intorno alle 14,20 ed è visibile da tutta la Valle Mela. Secondo quanto risulta ad Oggi Milazzo è andato in blocco un impianto ed è scattato il sistema di emergenza che espelle il gas in eccesso. Non risultano feriti o danni. Gli operatori della Ram stano tentando di risolvere il problema. Nell’aria si respira puzza di bruciato. Numerose le proteste inviate tramite whatsapp ad oggi milazzo al 3493958574.

AGGIORNAMENTO. La causa del blocco è legato ad un calo della tensione della rete elettrica esterna. In blocco sono andati quasi tutti gli impianti della Ram.

Condividi questo articolo
10.482 visite
guest
32 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Adriano
Adriano
1 anno fa

Mi rammarica veder con che facilità la gente commenti, avanzando ipotesi e insinuando di conoscere tecnicismi, dai quali però, spicca chiaramente una grande ignoranza sull’argomento. Non c’è nulla di male nell’essere ignoranti in un campo che non sia di propria competenza,l’importante è informarsi, anche solo per una questione di rispetto verso voi stessi. Il qualunquismo non fa bene a nessuno.

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Adriano

Ma “tecnicismi” di cosa? Il comprensorio di Milazzo è annoverato come una area a forte inquinamento ambientale; solo in Sicilia, è al pari del polo petrolchimico di Augusta-Priolo e Gela. Chissà perché? propaganda anti-Ram? Ignoranza per cosa? Le centraline di monitoraggio sono esigue e i controlli “passano”, per così dire. Ci sono interessi molto forti dietro, altro che tutela del lavoro!

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Davide

Non è solo colpa della Ram? va anche bene; ma non dire che a Milazzo le forme di inquinamento passano per gli scarichi delle automobili, per le sigarette, le stufe e i camini accesi! Non siamo né al Cairo, né a Nuova Delhi! Va bene non demonizzare, ma sparare cazzate, questo proprio no!

Paolo
Paolo
1 anno fa
Reply to  Adriano

quindi da che parte valuta il suo intervento? da parte del conoscitore che giustifica quel fumo, o del cittadino vittima, che all’oscuro dei reali motivi, subisce dovendo stare zitto?

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Paolo

Sono dalla parte non della logica degli interessi e dei profitti a tutti i costi. Sono dalla parte delle giuste scelte, non di quelle poco ortodosse che vanno a discapito della collettività; sono contro chi sporca e produce veleno, ma non per ideologia ambientalista fine a se stessa, ma per principio cristiano! Quindi, vedi un po’ tu…

Paolo
Paolo
1 anno fa

A leggere certi commenti pro Ram, verrebbe voglia di aprire una colletta per comprare un regalo alla raffineria, che anche oggi, ci ha “donato” qualche ora del suo “ossigeno”. Siamo al leccaculismo più triste….e becero

trackback

[…] MILAZZO: Fumata nera dai camini della Raffineria. Una nube nera si è alzata intorno alle 14,20 ed è visibile da tutta la Valle Mela. Secondo quanto risulta è andato in blocco un impianto ed è scattato il sistema di emergenza che espelle il gas in eccesso. Non risultano feriti o danni. Articolo su OggiMilazzo […]

Davide
Davide
1 anno fa

“taceranno”… scusate, mi è scappata una “c” di troppo al mio ultimo commento! La fretta…

Davide
Davide
1 anno fa

Avete letto delle nuove assunzioni alla Ram? Trattasi di “inalatori di fumi”. Sono addetti al monitoraggio delle emissioni; buone retribuzioni, e non serve alcuna laurea! Requisito: possedere un ottimo fiuto e propensione al rischio. In caso di decesso o di malattia improvvisi, sarà previsto un lauto indennizzo. Niente costosi macchinari, niente ARPA, tutto “nature”! Mandate i vostri figli!

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Davide

Continuo: avrete così un buon posto di lavoro sicuro e un ottimo stipendio. Milazzo potrà risplendere: negozi, attività e aiuti alla città a gogo e tanti, tanti soldi per tutti! E finalmente si metterebbe a tacere che la Ram inquini! Le mamme dei “pargoli” ringrazieranno e gli ambientalisti tacceranno! Nessun pericolo per la salute, quindi, tutto sotto controllo, come sempre… (povero mondo!).