Due appuntamenti importati per gli alunni del Terzo Istituto Comprensivo di Milazzo. Lunedì 12 novembre nella chiesa Sacro Cuore di Milazzo ha avuto luogo l’inaugurazione dell’anno scolastico dove i ragazzi sono stati i protagonisti di una celebrazione partecipata, composta e festosa nello stesso tempo. A loro è stata rivolta l’omelia semplice e sentita di padre Dario, che ha sottolineato l’importanza dell’impegno dei piccoli e dei giovani nella scuola, “palestra” insostituibile per allenarsi a diventare grandi. La funzione religiosa è stata preceduta dal saluto del dirigente scolastico Stello Vadalà e da quello dell’ex preside Licia D’Alì che al Terzo Comprensivo ha dedicato, fino a poco tempo fa, molti anni della sua lunga carriera, servendo la Scuola con passione, competenza e dedizione innegabili. E anche in questa circostanza non ha fatto mancare il personale auspicio a che la scuola possa continuare a crescere e ad offrirsi al territorio come comunità educante aperta, attiva ed operosa. A conclusione della celebrazione, il parroco ha ringraziato sentitamente tutti per la generosa raccolta di generi alimentari che la scuola ha devoluto in favore della Charitas, attivamente impegnata sul territorio nel sostegno alle famiglie in difficoltà.

Giovedì 15 novembre, invece, nella Scuola Carrubaro è stato inaugurato il laboratorio di chimica, sempre alla presenza del dirigente scolastico Stello Vadalà, dei docenti di primaria e secondaria di I grado del Terzo Comprensivo, dei rappresentanti dei genitori di tutte le classi e di una delegazione di docenti e studenti dell’Istituto Majorana. A tagliare il tradizionale nastro rosso d’occasione è stata l’ex dirigente Licia D’Alì che alla creazione del laboratorio scientifico ha dedicato tempo ed energie. Oggi, sul filo della continuità d’intenti, il preside Vadalà sta cercado di promuovere l’attivazione di ulteriori spazi, strumenti e risorse didattiche in grado di suscitare negli allievi curiosità ed interesse.

Condividi questo articolo
1.502 visite