«Non capisco perchè avrei dovuto convocare il Movimento Sportivi Milazzesi e per quale motivo. Il consiglio comunale ha approvato un regolamento che da il via libera alla Consulta dello Sport e il mio assessorato ha pubblicato ben due bandi rivolto alle società locali. Chi voleva aderire lo poteva fare senza biosgno di  inviti ma rispondendo in maniera trasparente al bando pubblico». L’assessore allo Sport Pippo Crisafulli replica alle accuse rivolte all’amministrazione Formica in merito alla istituzione della Consulta più volte richiesa dal Movimento presieduto da Gianluca Venuti.

LE ACCUSE. Ma di cosa accusano l’amministrazione i componenti del Movimento?  «Non una conferenza stampa, non una presentazione pubblica, insomma…nulla di quanto avremmo considerato necessario, desiderato o previsto, per illustrare i contenuti e gli obiettivi della Consulta dello sport – si legge in una nota stampa –  Una caduta di stile, da parte di chi ha voluto cimentarsi nel tentativo di “applicazione” di uno strumento prezioso, che passa dalla mancata convocazione di chi l’ha fortemente voluta».

A dire del movimento, in sostanza, l’assessorato allo Sport si sarebbe voluto intestare la paternità dell’iniziativa (in verità accolta in generale in maniera tiepida) non invitando il sodalizio.

«Ci chiediamo come mai, a fronte di quanti avessero fatto notare la mancata convocazione del Movimento Sportivi Milazzesi, l’assessorato allo Sport non abbia provveduto nell’immediato – continuano –  Già, proprio così! La solita dimenticanza, quella che ti fa pensare che tutto non accada per caso».

LA PATERNITA’ DELLA CONSULTA. Il sodalizio, promotore di una giornata dedicata allo sport con migliaia di partecipanti in Marina Garibaldi, rivendica l’idea. «Ribadiamo, in ultimo, quanto l’idea d’istituire la consulta, uno strumento che risultasse in grado di accogliere le criticità delle società sportive e nel frattempo permetterne la condivisione delle opportunità, nasceva dalla volontà forte del Movimento Sportivi Milazzesi e dall’ impegno sociale del consigliere Antonio Foti. Dunque, non un pregevolissimo esercizio di stile ma, piuttosto , uno strumento attuativo in ambito sportivo tra i più complessi e concreti del panorama nazionale. Ma ci duole constatare come, ancora una volta, uno strumento pubblico nato per unire, condividere, nel pieno rispetto dei valori dello sport, viene spogliato della giusta presentazione alla città con il fine di illustrarne, a mezzo conferenza stampa, i contenuti e gli obiettivi e trattato come fosse uno strumento privato… proprio ciò che non avremmo mai immaginato potesse accadere».

La nota conclude sottolineando «l’incomprensibile mancata apertura ed in forma completa, del palazzetto dello sport G. Milone ( asse viario ) di via Valverde.

CRISAFULLI ALL’ATTACCO. L’assessore Crisafulli, però, ribadisce la sua posizione. «Non ho il piacere di conoscere il movimento e il suo presidente – chiarisce – e continuo a non capire il motivo per cui avrei dovuto invitarli. Sulla nascita della consulta sono stati diffusi comunicati stampa, ben due bandi pubblici per le adesioni e i componenti della consulta sono in larga parte aderenti al Movimento sportivi. Vogliono sostenere che non sono ben rappresentati? Potevano rispondere al bando. Chiarisco pure che la consulta nasce da un indirizzo del consiglio comunale non da un movimento, se intendono rivendicare una paternità si rivolgano all’aula consiliare».

Condividi questo articolo

guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Lucio
Lucio
3 anni fa

I ragazzi del Movinento sportivo senza dubbio sono meritevoli, ma da li ad intendere che tutto deve passare da loro ce ne vuole.Non sono loro ” Lo Sport” e Non sono loro “lo sport a Milazzo”. Se poi si deve dare la caramellina a Venuto che voleva essere egli l’ assessore allo sport che si dia.Ah,ah,ah,ah

A Leandro balti
A Leandro balti
3 anni fa

Ma quindi siccome mi piacciono le olimpiadi, il comitato olimpico , non si riunisce o non decide senza di me…!!
Ma chi sono o chi si credono di essere questo movimento sportivo.
Si presentino alle prossime elezioni, facciano i consiglieri ,gli assessori…diventino qualcosa prima di pretendere !!!

nicola
nicola
3 anni fa

ma perchè vi “biliate”per una cosa che non serve a nulla?

Carmelo
Carmelo
3 anni fa

L’assessore non conosce il movimento ma conosce bene il regolamento.