La Loveral, la ditta che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Milazzo, continua ad avere difficoltà a gestire il “porta a porta”, servizio avviato un paio di settimane fa e qualcuno comincia ad avere dubbi sulla congruità della perizia su cui si basa l’appalto che non avrebbe tenuto in considerazione le difficoltà della tipologia di raccolta.

Domani mattina gli amministratori della ditta di Patti incontreranno il sindaco Giovanni Formica, l’assessore all’Ambiente Damiano Maisano, il dirigente Masino La Malfa, il responsabile unico del procedimento Ferdinando Torre per fare un punto e non si escludono colpi di scena.

Anche oggi sui marciapiedi sono sorte microdiscariche. A mettersi di mezzo pioggia e vento. Molti lettori di Oggi Milazzo hanno segnalato la mancata raccolta non solo della giornata ma in alcuni casi anche dei giorni precedenti. Naturalmente i sacchi – originariamente differenziati – ormai sono diventati un tuttuno. I mezzi e il personale previsto dall’attuale appalto a quanto pare non sarebbero sufficenti.

A complicare il tutto anche le malattie, gli esoneri previsti dalla legge 104 e i riposi compensativi che ieri hanno portato la ditta a sostituire ben 18 operai. L’appalto, al contrario di quelli del passato, prevede la sostituzione del personale in modo da garantire sempre una sessantina di operai sul campo e pagare realmente il servizio svolto. Con il porta a porta però mezzi e uomini previsto dall’Ufficio Ambiente del Comune non basterebbero. Senza considerare che le buste colorate previste dall’appalto da distribuire ai cittadini, ogni colore un rifiuti diverso) sono a dir poco ridicole visto l’impossibilità di contenere un ragionevole quantitativo di carta, cartoni e plastica. E’ anche vero, comunque, che le condizioni previste dalla perizia erano note prima dell’appalto e la ditta avrebbe potuto “studiarlo” meglio e verificarne la congruità. Domani se ne saprà di più.

Condividi questo articolo
2.458 visite

11
Rispondi

avatar
400
9 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
10 Comment authors
cecemarcoUmberto Ipeppefranco Recent comment authors
più recente meno recente più votato
marco
Ospite
marco

La Raccolta dei rifiuti e certamente a rilento, a causa della mancanza di collaborazione delle persone che non vogliono abbandonare una brutta abitudine, e si rifiutano di collaborare per migliorare un servizio.

Umberto I
Ospite
Umberto I

Appurato che la tempistica per il ritiro dei rifiuti non è pienamente rispettata propongo 3 suggerimenti: ripristinare nella zona del centro i bidoni per carta,vetro e plastica (crea maggior ingombro e quindi necessità di+bidoni)- differenziare i giorni di raccolta tra centro e periferia per umido/indifferenziato – nei luoghi dove si manifestano discariche abusive effettuare controlli. Semplice?

peppe
Ospite
peppe

Ma scusate vi sembra un arredo urbano sostenibile le centinaia di bidoni sorti davanti ad ogni Palazzo? Per ottenere una buona performance di differenziata basta che si applichi al 100/100 degli esercizi commerciali il porta a porta. Il resto isole ecologiche con bidoni di diverso colore CHIUSI,e controllo serrato e salato per i trasgressori. Invece di inventarsi cose complicate.

franco
Ospite
franco

sparite,capre,voi e tutti i munnizzari

Massimo
Ospite
Massimo

Confermo che il ritiro porta a porta dei rifiuti (zona porto)non avviene giornalmente!!! È una vera indecenza!!!