Non pagavano l’acqua, la tassa sui rifiuti quella sull’insegna e neanche il suolo pubblico. Il comando vigili urbani di Milazzo da giorni sta effettuando una serie di blitz nei pubblici esercizi del centro mamertino. Il quadro che esce (anche dai controlli incrociati degli uffici comunali preposti) è disarmante. I locali oggetto dei controlli burocratici sono stati una decina fino a questo momento. Secondo indiscrezioni raccolte da Oggi Milazzo si tratta di locali storici o comunque blasonati della Marina Garibaldi. Sui primi otto esercizi controllati nessuno avrebbe pagato il suolo pubblico, la bolletta dell’acqua, la tassa sull’insegna. Sei non erano in regola con i pagamenti della tassa sui rifiuti. Quattro, invece, le strutture abusive.

L’APPELLO DEI COMMERCIANTI. Un andazzo che, a quanto pare, non risparmia nessuno. Controlli, però, che arrivano in un momento in cui il commercio non sta attraversando momenti brillanti. «Inutile accampare giustificazioni – ammette pragmatico il titolare di un esercizio commerciale – ma è pure vero che spesso il mancato pagamento era legato ad un disagio economico concreto: o si pagavano i tributi o si portava il pane a casa. Spero, a questo punto, che l’amministrazione comunale non faccia “figli e figliastri” e consenta di rateizzare i verbali che ammontano anche a diverse migliaia di euro. Ci sono attività in ginocchio».

 

guest
32 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Schifato
Schifato
6 anni fa

E x tutta risposta oggi domenica 05/02/2017 sono ricomparsa i tavolini …. tanto i vigili non ci sono … tanto non li vede nessuno … vigili e amministratori non escono … questa è anarchia allo stato puro….

Mylae
Mylae
6 anni fa

Certo…”O il pane o le tasse”…Ma finiamola!!! Io da cittadino “qualunque” non posso scegliere e devo cercare di portare il pane a casa nonostante le tasse…La solita storia per cui a causa della crisi si sentono giustificati a non pagare…Smettiamola!! Questi imprenditori, semmai, dovrebbero iniziare a proporre qualcosa per incentivare i ricavi ed invogliare la gente a spendere…

Antonio
Antonio
6 anni fa

Questi pseudo imprenditori che non riescono ad affrontare le normali spese di gestione, lascino il campo se non ce la fanno!!

Paolo
Paolo
6 anni fa
Reply to  Antonio

Il problema è che, se non sanno gestirsi in un campo nel quale, lavorano da tempo, non sanno fare altro. Fermo restando che il non pagare le tasse sarebbe una costante che si ripeterebbe ovunque. Non pagare le tasse è una questione di educazione civica e coscienza; se non ce l’hai, puoi fare qualsiasi lavoro, che resti quello che sei.

gigi
gigi
6 anni fa

Se non pagano le tasse, come tutti i dipendenti e le persone oneste debbono chiudere. Se non sanno fare gli imprenditori vadano a zappare!!!!
…e un controllo sull’IMU quando lo facciamo?

Pago le tasse e mi aspetto che le paghino tutti
Pago le tasse e mi aspetto che le paghino tutti
6 anni fa

Ogni cittadino è stato penalizzato dalla crisi,ma la stragrande maggioranza,anche di senza lavoro, continua a pagare le tasse,tante od ingiuste che siano.Bene fanno le autorità a stringere le redini per evitare che la deriva furbesca continui a danneggiarci tutti.Non giustifichiamo i prepotenti,cerchiamo di pretendere la legalità o non usciremo mai dalla sudditanza al malaffare.Alla gogna i furbi!