Centodieci anni. E’ il traguardo raggiunto dalla milazzese Carmela Velardi che ieri, 22 ottobre, ha raggiunto l’incredibile traguardo che la porta a diventare non solo la cittadina più anziana della provincia di Messina ma, anche, la terza della Sicilia e la diciannovesima d’Italia. Ieri sera, nella sua abitazione del rione San Giovanni, ha spento le 110 candeline attorniate dai familiari, dal sindaco Giovanni Formica (giunto in ritardo perchè impegnato a Messina all’incontro con il premier Matteo Renzi), dall’assessore ai Servizi Sociali Giovanni Di Bella e dal rettore del Santuario di San Francesco di Paola, padre Mario Savarese. Rispetto all’ultimo compleanno i comprensibili acciacchi sono aumentati: Nonna Carmela non cammina più in modo spedito ma può ancora contare su una memoria brillante. Originaria di Palermo, Carmela Velardi vive a Milazzo da 70 anni, comune originario del defunto marito, all’epoca funzionario dell’Enel. E’ mamma di sei figli ed ha sempre fatto la casalinga. Il segreto della sua longevità? Pronta la sua risposta. «Orari regolari, cibi sani e nessuna medicina», ha ribattuto.

Condividi questo articolo
1.538 visite

4
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
bingocittadino stupefattoGiovanniSalvo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
bingo
Ospite
bingo

L’eccezione che conferma la regola. Ci sono le statistiche sanitarie che lo confermano. Hai dimostrato il nulla.

cittadino stupefatto
Ospite
cittadino stupefatto

Fatelo sapere a Maimone e ai suoi adepti ambientalisti che a Milazzo,nonostante gli “effluvi tossici” delle industrie e le sue assurdità sull’ambiente ,si campa a lungo!!! O vuole negare l’evidenza!

Giovanni
Ospite
Giovanni

Originaria di Palermo, ha abitato a Cefalù con il marito e dove nel 1955 prese parte ad un film girato proprio a Cefalù con Walter Chiari, Lucia Bosè, Delia Scala, Domenico Modugno e altri.
Si è trasferita a Milazzo circa 48 anni fa.

Salvo
Ospite
Salvo

A quando la sostituzione di Di BELLA con Formica?