Venerdì 21 ottobre è stato inaugurato nella aula magna dell’Itis “Ettore Majorana”  il sesto anno di attività della Lute (Libera università per la terza età). A fare gli onori di casa il presidente Claudio Graziano il quale, nel suo intervento, ha tracciato le linee della attività futura. Molte le autorità e personalità presenti:  il sindaco di Milazzo Giovanni Formica, il vice sindaco di Spadafora Tania Venuto, il sindaco di Pace del Mela Giuseppe Sciotto con l’assessore Santina Pandolfo, il presidente dell’Auser regionale Pippo Di Natale, quello provinciale Angela Passari, rappresentanti della Capitaneria di Porto, della Cri e di associazioni locali.

Ha dato notizia del crescente interesse suscitato dalla Lute che, quest’anno, si avvale dell’opera di circa 200 docenti ed ha raggiunto il numero di  mille iscritti, dell’aumentato numero delle sezioni in altri comuni che ora sono quattro ( Santa Lucia del Mela, Spadafora, Condrò e Pace del Mela).

Il presidente del comitato scientifico Bartolo Cannistrà, preso atto del felice riscontro dei corsi “ottanta memoria” dello scorso anno, ha annunciato la programmazione anche di corsi tematici che quest’anno saranno sugli anni ’60 nonché la pubblicazione di annuari.

E’ seguita la relazione sulle indagini svolte da Laura Gitto sul rapporto salute, vita in relazione alla partecipazione alla Lute. I lavori sono stati chiusi dal presidente nazionale dell’Auser, Enzo Costa, che si è complimentato per i traguardi raggiunti. La cerimonia si è chiusa con un concerto dei maestri Luigi Cordova (piano) e Barbara Grillo (flauto traverso).

 

Condividi questo articolo
925 visite