“Marevigliosa Brolo” si è conclusa vestendo i colori della bandiera Tricolore. L’orgoglio Siciliano si è unito a quello Nazionale nei cieli della “Città Merlata”. Il simbolo della Repubblica: le Frecce Tricolori per la prima volta hanno sorvolato Brolo, esibendosi in un palcoscenico straordinario che ha superato i 45 mila spettatori. Mare e cielo si sono uniti alla bellezza delle statue delle dee del Mediterraneo Afrodite e Iside in esposizione alla mostra: Splendida Sicilia Solidale, Mater Gea organizzata dal Comune di Brolo con il Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento e il Polo Museale Regionale di Trapani.

“Abbiamo affidato alle Frecce Tricolori la conclusione di una rassegna di alto contenuto culturale che ha saputo regalare la “conoscenza” insieme alla promozione del ricco patrimonio artistico della Regione Sicilia – ha dichiarato l’Onorevole Nino Germanà».

«Siamo soddisfatti – ha detto il Sindaco Irene Ricciardello, di aver ospitato un evento così importante, non solo sotto il profilo dello spettacolo, ma soprattutto per quel che rappresentano: le Frecce Tricolori, che oggi sono tra i simboli più amati dell’Italia nel mondo. L’Air Show ha coniugato il paradigma della kermesse: dalla bellezza della terra rappresentata dai reperti archeologi in esposizione alla mostra: Splendida Sicilia Solidale, Mater Gea all’orgoglio dei nostri cieli. I due reperti archeologici (Iside e Venere Callipigia) sono in viaggio alla volta di Agrigento».

La mostra dal 12 al 30 Agosto sarà allestita alla “Casa Barbadoro” nella Valle dei Templi di Agrigento. La manifestazione ha trasformato Brolo, in una tappa significativa delle rassegne culturali – nazionali per la presenza di prestigiose personalità. Parole di ammirazione sulla manifestazione sono giunte anche dall’ Assessore Regionale ai Beni culturali e all’identità Siciliana, Carlo Vermiglio, che ha definito la sua riuscita da “ dieci e lode”.

La manifestazione contenitore di arte musica e cultura ha regalato emozioni forti. La formazione delle Frecce Tricolori, composta da dieci velivoli dei quali uno solista, ha presentato “Scintilla Tricolore” la nuova manovra realizzata in occasione del 55° esimo anniversario delle Frecce Tricolori ed eseguita sulle note di Divenire di Enaudi. Il tricolore finale, invece, eseguito sulla Turandot, è stato dedicato agli atleti italiani, attualmente impegnati nelle olimpiadi di Rio 2016, con l’augurio che il verde il bianco ed il rosso della bandiera italiana possano colorare tantissime vittore.

Marevigliosa Brolo” è stata organizzata in sinergia con gli Assessorati: Turismo, Sport e Spettacolo e dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero dei Beni Culturali. Una Kermesse che ha usato i più svariati linguaggi: dal cinema al teatro, dalla musica al patrimonio artistico, con l’obiettivo di attrarre il turismo culturale, in un contesto già di straordinaria bellezza per il suo mare. L’esposizione delle due statue di “Iside” ed “Afrodite Callipigia” dedicata ai culti Femminili del Mediterraneo, sfruttando la nuova tecnologia applicata ai Beni Culturali, ha consentito ai visitatori di conoscere le fasi di rinvenimento dei reperti, con immagini, descrizioni e musiche suggestive, in un contesto espositivo di efficace semplicità ed eleganza.

Non solo arte, ma anche spettacolo. Brolo, magnifica terrazza sul mare ha visto sfilare tra i volti noti del cinema italiano, gli attori Violante Placido, Gianfranco Jannuzzo, Barbara Tabita, Gabriele Greco, e tra i musicisti siciliani protagonisti del panorama della musica internazionale il poliedrico chitarrista Francesco Buzzurro, nominato ambasciatore di pace dal delegato Lions all’ONU, l’armonicista e compositore Giuseppe Milici, Pietro Adragna pluri campione del mondo di fisarmonica e il talentuoso sassofonista Francesco Cafiso che si è esibito nella cerimonia d’ insediamento del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, insignito del premio Marevigliosa Awards 2016 quale artista che ha ben rappresentato la sicilianità nel mondo. A coinvolgere il pubblico anche gli spettacoli di Mauro Ermanno Giovanardi, Alfredo Lo Faro, Francesco Baccini. Non solo spettacolo, ma anche scienza e sapienza.

Nei Salotti Culturali, nel tratto di lungomare tra le Eolie ed i Nebrodi, sono intervenuti personaggi tra gli altri esponenti della cultura, quali lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco autore di “Buttamissima Sicilia” un panegirico di satira e fierezza, che racconta un Sicilia mendicante e bisognosa ed il mecenate Antonio Presti, che ha trasformato con la bellezza della Fiumara D’Arte la Valle dell’Halaesa, di fama internazionale, inserita recentemente nella Carta Regionale dei Luoghi dell’Identità e della Memoria dell’Assessorato Regionali dei Beni Culturali ed I.Si. Ad arricchire il programma anche l’intervento di rappresentanti di Istituzioni civili e religiose quali Domenico Mogavero e Ignazio Zambito, rispettivamente Vescovi di Mazara del Vallo e Patti; il Sottosegretario ai Beni Culturali, Dorina Bianchi, Pietro Navarra, Magnifico Rettore dell’Università di Messina, Roberto La Galla, componente del Consiglio d’amministrazione del CNR, Mario Bolognari, etnoantropologo dell’Università di Messina, Enza Cilia, archeologa, già Direttore del Centro Regionale di Progettazione e Restauro, Alessandro Rais, Direttore della Film Commission, il sottosegretario all’Agricoltura e Pesca Giuseppe Castiglione, Giuseppe Antoci ,Presidente del Parco dei Nebrodi, Antonio Matasso Esperto di legislazione BB. CC, Ciro Gallo Presidente GAC Nebrodi, Mauro Aquino Presidente GAC Golfo di Patti, l’onorevole Nino Germanà e l’Assessore Regionale dei Beni Culturali Carlo Vermiglio, Simona Modeo (Sicilia Antica), Orazio Micali, Soprintendente dei Beni Culturali ed Egidio Bernava, Alfredo Lo Faro e Fabio Longo staff governace Rai, esperto di comunicazione e linguaggio televisivo. Tra i giornalisti che hanno condotto i Salotti culturali: Salvo La Rosa, Sergio Granata, Laura Anello, Massimo Scaffidi e Vincenzo Galluzzo, Salvo La Rosa, Francesca Capizzi, Katia La Rosa ed il produttore Rai della nota trasmissione , “Vita in Diretta” in onda su Rai Uno. La manifestazione, è stata organizzata dal Comune di Brolo, in collaborazione con l’Associazione Noi, (diretta da Manuela Ricciardi Rizzo), e coordinata dal direttore artistico Architetto Salvo Gentile. Uno staff che con la forza di un gruppo coeso ha organizzato con successo una variegata seconda edizione.

“Promuovere nuove formule, in un palcoscenico di “estetica” valorizzazione del patrimonio artistico, umano, scientifico, tra le quali il format della mostra itinerante – ha spiegato il direttore tecnico Salvo Gentile – si è rivelata una strategia vincente per richiamare nuovi flussi turistici attraverso la promozione del nostro patrimonio artistico”. “È un format che ha un futuro. Sia sotto il profilo di Festival che sotto quello della rassegna. “L’unione vincente, tra cultura turismo ed arte – ha dichiarato Massimo Scaffidi, responsabile della comunicazione del comune di Brolo – hanno fatto fare un salto di qualità ad un’ipotesi progettuale voluta da amministrazioni attente e consapevoli.”

Condividi questo articolo
864 visite