Il muretto di delimitazione dello scavo devastato

Il muretto di delimitazione dello scavo devastato

Sempre più degrado nella fattoria di epoca romana all’interno del parco giochi di Ciantro. Non solo a deturpare l’area archeologica sono le sterpaglie, la tettoria bucata in più punti, ma anche il continuo passaggio di bambini che agli scivoli installati accanto preferiscono giocare a nascondino o abbattere i muri di recinto fatto di pietre. A denunciare la vicenda è SiciliaAntica. Lo rifà tre anni dopo  il primo grido di allarme. Evidentemente le cose non sono cambiate.

Il tetto dell'area archeologica di Ciantro

Il tetto dell’area archeologica di Ciantro

«A Milazzo, borgo tra i più belli d’Italia, nell’indifferenza delle istituzioni – scrive Alessandro Ficarra, consigliere regionale del sodalizio –  si abbandonano i nostri beni culturali. Nei giorni scorsi siamo stati chiamati da alcuni cittadini esasperati per le condizioni in cui versa la fattoria romana di via ciantro. Stamattina ci siamo recati allo scavo per un sopralluogo e la situazione ci è sembrata subito grave. Pietre, che prima formavano i muri perimetrali della fattoria, disseminate in tutto lo scavo, opera di bambini, che senza alcun controllo dei genitori, continuano ad utilizzare strutture millenarie come un vero e proprio parco giochi, permettondosi il lusso di distruggere ciò che trovano. Erbacce che infestano l’esterno e l’interno dei vari vani del fabbricato, copertura completamente distrutta. Insomma, mentre si organizzano eventi di un certo spessore culturale, dall’altra parte vediamo distruggere il nostro patrimonio archeologico, bene prezioso per le generazioni future».

SiciliAntica Milazzo sta valutando l’intervento di conservazione e protezione del sito.

guest
10 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
ciccio
ciccio
6 anni fa

3) Poi al parco a San Papino c’è l’unica altalena rotta e caduta per terra da almeno due mesi. Continuo? Eppure paghiamo per questo servizi. Chi amministra può spiegarci come li utilizza queste entrate? Può anche spiegare di chi è quell’ipotetico campo da tennis di cui sopra???Certamente non avrò risposta

ciccio
ciccio
6 anni fa

2) Paghiamo anche per quelli che dovrebbero mantenere pulito invece l’erba a volte supera il metro di altezza. Oltre al parco del ciantro, subito dopo c’è un’area con campo da tennis (ipotetico) mai utilizzata e MAI pulita. Poi ci sono quelli che dovrebbero sostituire le lampadine rotte invece in piazza Impastato ne funzionano 6 su 30.

ciccio
ciccio
6 anni fa

@ Francesca: 1) quelle squadre di volontari si chiamano spioni. Al parco giochi del ciantro oltre ai cani ci sono anche le persone che fanno i bisogni, è vero che c’è chi si porta le pizze da asporto e dopo aver consumato abbandona i cartoni dove meglio crede. Poi ci sono quelli che non svuotano i contenitori dei rifiuti, eppure paghiamo le tasse anche per questo.

Antonio
Antonio
6 anni fa

Sarebbe bastato valorizzare l’area in questione in maniera opportuna, con recinzione e cartellonisti a più esplicativa. Ho frequentato quello squallido parco giochi, e ho visto i bambini tirare le pietre sulla copertura mentre le mamme beatamente chiacchieravano a pochi metri, incuranti non solo dell antica struttura ma inverosimilmente dell incolumità dei propri figli.

SalvoC.
SalvoC.
6 anni fa
Reply to  Antonio

Antonio hai pienamente ragione… se parte della colpa la vogliamo dare alla cattiva gestione, in realtà tanti genitori non sanno educare. Hugo non sbagliava… l’unico pericolo sociale è l’ignoranza.

bingo
bingo
6 anni fa

Una soluzione: far sistemare e pulire l’area ai genitori di questi bambini.

Paolo
Paolo
6 anni fa
Reply to  bingo

I figli son solo il frutto dei genitori…ergo, l’albero malato non da frutti sani! Una multa salta ai genitori. Certe persone capiscono solo se li colpisci nell’affetto maggiore, il portafoglio.