Un luogo magico quello che ospita “la magia” degli acquerelli dell’artista milazzese Salvo Currò, un urban Sketcher, (disegnatore di schizzi urbani), immortalati come in una fotografia, in cui l’artista, docente di tecnologia all’Istituto Comprensivo Primo, è un vero maestro. “L’Italia senza la Sicilia non lascia immagine alcuna nello spirito. Qui è la chiave di ogni cosa”. Fu questa la riflessione che fece il grande Goethe e da qui parte la ricca produzione degli  acquerelli di Salvo Currò, che i visitatori potranno ammirare al Monastero delle Benedettine fino ad ottobre. Nella sua ampia sala troneggiano gli acquerelli sui Borghi della Sicilia (tre per ogni borgo), realizzati per l’occasione dall’artista che si è voluto soffermare sugli aspetti più caratteristici dei diciotto Borghi; il pane tipico, le provole di Montalbano, i colori e i profumi della nostra magnifica terra spesso criticata ma indubbiamente ricca di fascino, cultura e tradizioni.

Si tratta di un’esposizione che ha lo scopo di accostare gli studenti milazzesi all’arte, alle varie tonalità, ogni acquerello ne usa una diversa, si passa dai quadri monocolore a quelli con colori sgargianti a seconda dell’umore dell’artista. L’idea di questa mostra nasce dall’entrata di Milazzo nel club dei Borghi più belli d’ Italia, fortemente voluta dall’assessore al turismo Piera Trimboli presente all’inaugurazione della mostra, lo scorso 25 giugno, insieme all’assessore alla Pubblica Istruzione Salvatore Presti, che ha parlato dei tanti volti della Sicilia presentati dallo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino.

Il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Primo Elvira Rigoli ha voluto presentare al pubblico l’artista e l’uomo, soffermandosi sulla grande umanità di Salvo e sul suo grande affetto verso gli alunni. “Come professore – ha detto la preside – ha da sempre mostrato una profonda competenza della propria disciplina, aperto all’innovazione, alla versatilità, ha la capacità, non comune, di riuscire ad instaurare rapporti veri e costruttivi con tutti gli alunni, che riesce a motivare, incoraggiandoli a coltivare i sogni piu’ belli. E’ riduttivo – ha proseguito – inquadrare l’artista Salvo Currò nel gruppo degli urban Sketchers, che dotati di taccuini e di colori danno valore artistico, narrativo ed educativo “al disegno sul posto”, Salvo Currò osserva, cattura ciò che lo emoziona, racconta in modo empatico storie di luoghi, tessuti urbani che vengono proposti al pubblico sulle corde delle emozioni, dei sentimenti e dei ricordi”. La prossima esposizione sarà dedicata al mare ed ai pesci, soggetti apprezzatissimi a Bruxelles dove Salvo Currò è stato l’unico artista a rappresentare la Sicilia, e la location sarà l’Eolian Inn di Milazzo, qui i visitatori potranno vedere da vicino tonni e pesce spada che si prenderanno gioco dell’uomo, ribaltando il loro triste destino. Il “ viaggio” dell’artista proseguirà poi alle Isole Eolie.

Condividi questo articolo
1.488 visite