Milazzo stamattina si è risvegliata con il cielo grigio e ondate di pioggia. Non solo ha rovinato la festività del 1 maggio a tutti coloro che tradizionalemente organizzano una gita fuori porta in occasione della festa dei lavoratori ma, specialmente, a Milazzo, si è trattato di una vera fitta al cuore per i devoti di San Francesco di Paola, co-patrono della città e protettore della gente di mare. Se il tempo non migliorerà nel pomeriggio la processione, prevista alle 16, non si potrà tenere. Ogni anno sono migliaia i fedeli che accompagnano il simulacro del taumaturgo per le vie di Milazzo in un momento unico che mescola devozione e festa popolare.

Le previsioni sono tutt’altro che buone. Tra le altre cose la statua è un’importante espressione artistica del ‘700 vincolata dalla Soprintendenza recentemente restaurata grazie ai contributi economici di devoti e aziende del territorio come la Raffineria di Milazzo (come si sottolinea in un comunicato dell’azienda), dunque non può sostenere eccessive sollecitazioni. Addirittura questa potrebbe essere l’ultima volta che la statua sarà portata in processione. Per preservarla alle generazioni future dovrà essere tutelata e si tenterà di farne una copia originale utilizzata esclusivamente per la processione a cominciare dal 2017. La decisione finale sulla processione di oggi, però, spetterà al superiore del santuario padre Mario Savarese che si esprimerà pochi minuti prima delle 16.

Il maltempo, comunque, non fermerà il programma religioso previsto al santuario di San Francesco di Paola. Alle ore 8 – 9 e 12 sarà celebrata la santa messa. Alle 10,15 si terrà la solenne Celebrazione presieduta da Sua eccellenza Mons. Filippo Iannone, Arcivescovo Viceregente della Diocesi di Roma, con la partecipazione di Autorità Civili e Militari

Alle 16 (condizioni meteo permettendo) si terrà la processione del simulacro per le vie della città.

Condividi questo articolo

guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
francesco
francesco
5 anni fa

W U SANTU PATRI !!!

Razionalista
Razionalista
5 anni fa

Volevo fare i complimenti all’autore di questo articolo, esempio di alto giornalismo in cui viene descritto lo sprofondare nel dolore di una intera cittadinanza per il tragico evento.
Il titolo poteva essere Cronache in diretta dal medioevo.
Tra l’altro, l’adorazione di simulacri, immagini e reliquie è vietata dalla bibbia…

Grillo Parlante
Grillo Parlante
5 anni fa

Sarebbe stato opportuno (oltre che trasparente) che fosse stato il sindaco o il parroco ad informare la cittadinanza del contribuito della RAM, piuttosto che la stessa azienda (che ha comunque fatto benissimo a farlo), Ma per questo inutile e dannoso personaggio votato dai milazzesi, tutta la trasparenza sbandierata in campagna elettorale, è sparita al momento della sua elezione…la cittadinanza deve sapere di tutti i (TANTI) soldi che lei e i suoi inutili assessori chiedete alla RAM.