“Un gesto di grande civiltà che va preso come modello per trovare attuazione anche in altre città”. Così la presidente regionale della toponomastica femminile, Pina Arena ha commentato la cerimonia svoltasi questa mattina in diversi quartieri cittadini per l’intitolazione di nove strade ad altrettante donne, ciascuna delle quali con una propria storia nel campo della cultura e del sociale o purtroppo vittime della mafia. Toccanti sono stati i due momenti che l’Amministrazione comunale ha dedicato alla concittadina Anna Cambria e a Graziella Campagna, due ragazze vittime innocenti della criminalità pronta ad agire senza scrupoli per soddisfare i propri interessi. Alla cerimonia hanno presenziato assieme al sindaco Pino, al vice Scolaro e all’assessore Russo i familiari di Anna e Graziella. Il comune ha voluto dedicare una via anche alla testimone di giustizia Rita Atria. A Milazzo è stata fondata l’associazione contro le mafie a lei dedicata. Al momento dell’inaugurazione erano presenti i rappresentanti del sodalizio,

Condividi questo articolo

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Marcello
Marcello
5 anni fa

Sig sindaco… per il bene della nostra città le suggerisco una via.
Via da Milazzo!

Yanez de Gomeira
Yanez de Gomeira
5 anni fa

finalmente c’è l’abbiamo fatta per intitolare una strada ad Anna Cambria, ma potevate elencare le strade che anno preso il nuovo nome.

enzo
enzo
5 anni fa

bella iniziativa, nulla da dire, peccato però che queste cose si vedono solo nel periodo di elezioni, ed è brutto speculare su tutto ciò, per sperare in qualche voto in più.
io mi chiedo………. ma se hanno avuto a disposizione cinque anni, come mai solo ora ???

vinco
vinco
5 anni fa

VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA. Tutto il rispetto per le donne alle quali sono state intitolate le strade. Ma so che fra fra gli uomini nessuna strada sarà intitolata al Dottor Stefano Cartesio il sindaco che ha voluto veramente bene alla città di Milazzo e che ha fatto tanto per essa e per i cittadini milazzesi. VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA.

GIANNA
GIANNA
5 anni fa

Sono d’accordo con quanto detto dalla Sig.ra Arena, soprattutto per noi milazzesi è un onore ricordare la giovane Anna che da innocente pago’ con la propria vita il gesto di una persona senza scrupoli, anche se secondo me è trascorso troppo tempo bisognava farlo molto prima, lo stesso vale anche per Graziella. Inoltre sono una cittadina che ha l’onore di vivere in una di queste nuove vie intitolate a queste nove e valorose donne.