Raccolta differenziata, dopo la fase sperimentale, si cerca di entrare a regime. E preliminarmente l’Amministrazione ha deciso di avviare una capillare attività informativa per coinvolgere l’intera cittadinanza. Il primo incontro è stato fissato per martedì 31 gennaio alla sala Diana, alle 19,30 e interesserà prevalentemente i consiglieri comunali.

Cassonetti della differenziata

 

“Ai 30 rappresentanti del Consiglio – spiega l’assessore all’Ambiente, Maurizio Capone – abbiamo consegnato una lettera invito per partecipare a questa riunione nella quale i rappresentanti della Dusty di Catania illustreranno tutte le modalità del servizio. Successivamente terremo degli incontri con gli studenti di tutte le scuole – elementari, medie e superiori -, quindi con i parroci di tutte le chiese e quindi con le associazioni sportive e culturali, i club service, le rappresentanze di pensionati, centri anziani e gli ordini professionali. Quindi ci attiveremo anche con i commercianti ed i titolari delle attività alberghiere e di ristorazione. L’obiettivo insomma è quello di operare una attività informativa globale nella consapevolezza che la tutela e la salvaguardia dell’ambiente passa attraverso la quotidianità e la certezza che il cittadino viva in modo responsabile gli spazi in cui si muove. Confidiamo ovviamente molto nelle scuole che credo sia il luogo dove debba formarsi la coscienza civica. La raccolta differenziata è soprattutto quindi in mano ai giovani perché sono loro il futuro. Sono i ragazzi che devono rispettare l’ambiente, ma non per questo gli adulti devono starsene con le mani in mano. Si investe, appunto, su loro perché i grandi ormai sono abituati a raccogliere e a gettare nella pattumiera tutti i tipi di rifiuti, senza separarli. Ma spero che anche loro si abituino a questa grande rivoluzione culturale”.

Condividi questo articolo