Un geologo incaricato dal comune farà in giornata un sopralluogo sul costone roccioso del Castello di Milazzo per verificare la presenza di eventuali nuovi pericoli dopo il crollo di ieri causato dal maltempo. A comunicarlo l’assessore alla Polizia Municipale, Pippo Midili. Ieri due famiglie del Tono, del complesso residenziale “Sotto Castello”, sono state sfollate. Un macigno è caduto all’interno di una villetta distruggendo la veranda dell’abitazione, un cortiletto, una canoa, lampioncini.

La villetta colpita dal macigno

Il comune aveva messo a disposizione una struttura alberghiera, ma hanno preferito essere ospitati da parenti. Fino alla serata di ieri al comune è rimasto il personale delle scuole cittadine proveniente da fuori Milazzo, complessivamente una trentina di persone, che a causa della chiusura dell’autostrada non sono potute ritornare a casa. In serata, nonostante fossero state messe a disposizione delle camere di albergo, sono ritornate dalle loro famiglie con la riapertura dell’A20.

Condividi questo articolo