«Secondo me non è in mare, riuscirà ad uscire dall’acqua in qualche modo. Il mare oggi è calmo. Magari è pure tornato in spiaggia quando la compagna non c’era”. Elio D’amico proprietario del Lido La Baia del Tono lo ha ripetuto tutto il giorno. E così è stato anche se la storia di questo trentacinquenne sembra un mistero.

Cosa sia successo veramente si saprà oggi. E’ stato ritrovato ieri alle 23, lungo la strada Panoramica di Milazzo, il trentaquattrenne, sordo dalla nascita, dato per disperso in mare dopo la richiesta di aiuto lanciata dalla compagna. Due motovedette della Guardia Costiera per tutto il pomeriggio lo cercavano nella acque della riviera di Ponente ma è stato ritrovato a levante. Indossava il costume blu con cui era si era tuffato in mare nella spiaggia antistante l’ex discoteca Le cupole. Aveva i piedi pieni di sangue ed era in stato confusionale. E spesso si agitava come se stesse ancora nuotando. Aveva l’apparecchio acustico scarico e non è stato in grado di farsi capire in alcun modo.

A ritrovarlo in stato confusionale sono stati Giovanni Caragliano, Giovanni Comandè e Samuele Foti che hanno subito capito che si trattava dell’uomo scomparso per questo motivo lo hanno trattenuto fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Ma era già stato visto tra le 22 e le 22.30 sempre sulla Panoramica (molto più sopra rispetto al ristorante il Mandorlo) e pare non con il costume asciutto.

All’ospedale Fogliani stanotte c’erano tutti i parenti milazzesi, la compagna, originaria di Alcamo, sorda anche lei dalla nascita, e la mamma giunta con un volo da Bergamo. Il trentacinquenne conosce bene Milazzo sin da piccolo ha trascorso periodi di vacanza nella città del Capo. E’ parente di un noto falegname di Milazzo.

A quanto pare sarebbe arrivato a Milazzo domenica scorsa ed ha affittato la camera di un B&B in zona San Papino. Ieri mattina, dopo la colazione, con la compagna è sceso nei pressi dell’ex discoteca Le Cupole per fare un bagno. La compagna, però, non vedendolo ritornare più ha fatto scattare l’allarme. Ma la vicenda è stata difficile da ricostruire per la difficoltà che aveva ad esprimersi e per l’agitazione

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Sirio
Sirio
1 mese fa

Ma come mai il “ Ristorante il Mandorlo” che di ristorante ha ben poco , viene citato più volte , mentre il B&B non viene menzionato? Tanto sappiamo già che il commento non verrà pubblicato

Salvatore
Salvatore
30 giorni fa
Reply to  Sirio

Caro signore, se lei allude al fatto che per noi sia stata una trovata pubblicitaria le rispondo che non ne sapevamo nulla.
Mentre per quanto riguarda il fatto che di ristorante sappiamo ben poco le rispondo che del nostro poco ci viviamo da oltre 53 anni.
La invito a venirci a trovare.