Una mozione per intitolare una strada o una piazza al dottor Stefano Cartesio, il più longevo dei sindaci di Milazzo, esponente politico molto apprezzato nella città del Capo, scomparso 12 anni addietro. A farsi promotore dell’iniziativa il consigliere Pippo Doddo che conosceva bene il medico mamertino.

«Una persona apprezzata non soltanto a Milazzo, ma in tutto il comprensorio – afferma il consigliere comunale – appartenente ad una famiglia di onesti lavoratori, con grandi sacrifici personali e della famiglia si laureò in medicina, dedicandosi subito alla professione di medico di famiglia, dedito alla sua missione sempre a disposizione di chiunque avesse bisogno della sua assistenza medica in qualsiasi ora del giorno e della notte.Nel 1960, un gruppo di amici ed estimatori lo convinse ad entrare in politica, venendo eletto giovanissimo alla carica di Consigliere Comunale. Iniziò cosi la sua lunga militanza nella Democrazia Cristiana, che lo porto in breve a diventare uomo di punta del partito non soltanto a Milazzo, ma in tutto il comprensorio».

Doddo ricorda che nella lunga carriera politica Cartesio fu eletto per 8 legislature al Consiglio Comunale, ricoprì due volte l’incarico di assessore e per ben 15 volte quello di sindaco. «Arrivo più volte a rifiutare la candidatura alla Camera dei Deputati, che lo avrebbe visto sicuramente eletto, per non abbandonare i suoi numerosissimi assistiti – ricorda Doddo – aggiungendo che quando negli anni settanta, entrò in vigore la legge che dava facoltà alle Giunte Comunali di città, come Milazzo di liquidare ai componenti una indennità, egli rifiutò, di accedere a tali compensi, minacciando addirittura di dimettersi a seguito delle reiterate insistenze di un assessore della sua giunta».

Il dottore Cartesio guidò nel tempo Giunte di diverso colore: dal centrodestra, alla storica apertura al PSI con il centro sinistra, sino alla collaborazione col PCI. Questo gli fu possibile grazie ad una straordinaria determinazione e alla innata capacità di mediazione. Con l’avvento della cosiddetta Seconda Repubblica, numerosi sostenitori lo convinsero ancora una volta a scendere nell’agone politico con la nuova legge elettorale, dove per l’ennesima volta i milazzesi gli confermarono il loro consenso, eleggendolo consigliere comunale e subito dopo presidente del civico consesso.

«Ritengo – conclude Doddo – che non si possa attendere oltre e chiediamo quindi alle forze politiche di individuare un sito di prestigio e procedere, formalizzando gli atti necessari all’intitolazione dello stesso al dottor Cartesio».

Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Peppe
Peppe
9 mesi fa

Non mi interessa chi l’ha proposto. Il Dott. Cartesio amava Milazzo. Gli va dato un riconoscimento.

bravofigghiolodellapiana
bravofigghiolodellapiana
9 mesi fa

per quanto non lo ritenga – come tutta la vecchia classe politica della 1ma repubblica – degno di aver intitolato una strada…..togliamo via NINO BIXIO (assassino di siciliani) dalle nostre strade e diamo il nome di quella via a CARTESIO. Poi se cambiamo il nome pure alla MARINA…..sarebbe il top

Pronto Doddo..re?
Pronto Doddo..re?
9 mesi fa

L’iperattivo consigliere Doddo sposa sempre cause acchiappa like anche se poi concretamente non c’è mai quando c’è da decidere qualcosa di utile per Milazzo…

Salvo
Salvo
9 mesi fa

Sono d’accordo Dotto, la tua è una richiesta sensata, il dott. Cartesio meritava sia per la sua professionalità che per il suo attaccamento alla città di Milazzo che ai Milazzesi.
Dott. CARTESIO hai lasciato un buon ricordo e, questa richiesta di Pippo Dotto, è il minimo che si possa fare per te.

marco
marco
9 mesi fa

Uomo e professionista di grande spessore…,merita del tutto questa onoreficenza