DIETRO LE QUINTE. La notizia non è ancora ufficiale ma, a breve, il deputato Antonio Catalfamo dovrebbe prendere le redini del partito in provincia di Messina assumendo la carica di commissario provinciale. La nomina rientra nella riorganizzazione del partito di Salvini affidato in Sicilia al segretario Nino Minardo che intende piazzare uomini di fiducia nei posti strategici. Prenderà il posto di Matteo Francilia, sindaco di Furci Siculo promosso a Responsabile regionale Enti Locali della Lega.

la Lega, dunque, comincia a riorganizzarsi in vista alle elezioni nazionali e regionali. A Milazzo non è escluso che possa entrare a far parte della giunta Midili in occasione di un rimpasto che gli addetti ai lavori ipotizzano nella seconda metà del 2021, ad un anno dal voto. Il partito è rappresentato in aula dai consiglieri Alessio Andaloro (attuale commissario cittadino) e Damiano Maisano.

 

Condividi questo articolo

guest
8 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giacomo
Giacomo
1 mese fa

Mi chiedo se le persone con orientamento di destra possano accettare che Salvini canditi come presidente della repubblica Silvio Berlusconi. La responsabilità non è di Salvini ma di tutti quelli che lo votano seguendo i politicanti locali che vivono di politica.

Canguri Milazzesi
Canguri Milazzesi
1 mese fa

La cosa straordinaria di questa notizia (che campeggia oggi nella hompage di questa testata) è che è accanto all’articolo riservato alla “raccolta rifiuti”.
Si parla delle stesse cose e quelle meno immonde le raccoglierà la SuperEco fino al 31 Marzo..

Lucy
Lucy
1 mese fa

Lo ripeterò fino alla morte: un meridionale che vota per la LEGA è come una quaglia che vota a FAVORE DELLA CACCIA!!!

Ciccio Milazzo
Ciccio Milazzo
1 mese fa

il dramma vero è che questi politici Milazzesi che erano nella giunta comunista della precedente amministrazione, adesso spalano fango sulla sinistra e si buttano nelle braccia della lega. Hanno la faccia tosta di parlare di ideali ma cercano di raccogliere le briciole che cadono dai tavoli degli accordi a Palermo o a Roma. Ancora più stupidi chi li ha votati pur conoscendoli !!!

Francesco
1 mese fa

Mai lega