La candidatura di Adele Roselli è a disposizione di tutta l’area di centrosinistra, compreso il Pd e Articolo Uno. A scriverlo in un comunicato stampa è il comitato “Adesso Milazzo” che promuove la sindacatura dell’avvocato mamertino in replica ad un nota stampa in cui i due partiti annunciavano di cercare un candidato unitario per la guida della città. 

«Lavoriamo insieme per la costruzione di una coalizione a sostegno di questo progetto e diamo una voce unica al centrosinistra e al suo elettorato», esorta il comitato, ricordando che tra dieci giorni si dovranno presentare le liste elettorali.

«Il nostro gruppo di lavoro e il PD cittadino hanno punti di vista divergenti sull’amministrazione uscente – si legge nel comunicato – ma crediamo che, alla luce della scelta di Giovanni Formica di non ricandidarsi, questo non possa rappresentare un ostacolo al dialogo ed alla ricostruzione di un tessuto di centrosinistra nella nostra città. Milazzo va difesa dall’assalto populista e affarista che una certa destra rappresenta, e più volte abbiamo lanciato inviti al dialogo ed alla concertazione, in vista di una comunione di intenti. Inviti sempre disattesi da parte del PD».

Il comitato pro Adele Roselli riconosce al Partito Democratico «un ruolo di primo piano a livello nazionale nell’ambito del centrosinistra, e ci auspicheremmo che anche a livello cittadino fosse così, tuttavia è chiaro che nella città mamertina negli ultimi 5 anni qualcosa è andato storto. Solo a partire da una serrata critica all’operato dell’attuale amministrazione figlia del PD si può offrire ai cittadini una visione della città rinnovata ma fedele ai valori della sinistra, dell’antifascismo e dell’umanità».

I rapporti tra il Pd e il comitato “Adesso Milazzo” anche se “a singhiozzo” andrebbe avanti da settimane. Il Pd si dice disposto al dialogo ma solo di fronte ad un azzeramento delle posizioni per fare una scelta condivisa e credibile. Dall’altro lato si ritiene che il candidato Roselli è ormai in corsa e non c’è alcuna intenzione di fare un passo indietro ritenendolo la scelta migliore. A giudizio di molti un punto d’incontro si potrebbe trovare azzerando tutto e ritornando compatti sul consigliereFabrizio Spinelli che in un primo momento aveva dato la sua disponibilità prima di ritirarla a favore di Adele Roselli.

Condividi questo articolo
guest
7 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Simone il Supremo
Simone il Supremo
2 mesi fa

Ancora dietro la sinistra e i “comunisti”? Comunisti con il rolex dovrebbero autodefinirsi, perchè questo sono: radical chic spocchiosi che stappano champagne mentre parlano della fame nel mondo e di come traghettare esseri umani da far finire nelle loro coop rosse che da una vita non pagano le tasse.

laverità
laverità
2 mesi fa

per quanto possa essere una brava persona e (si dice) anche di cultura, sicuramente inesperta ma non è questo il punto, il vero problema è che è stato scelto un candidato che non ha la minima possibilità di vincere, nemmeno di arrivare al ballottaggio. Scelta alquanto insensata? o qualche candidato del PD “più forte” ha avuto paura della batosta e di bruciarsi?

cittadino attento
cittadino attento
2 mesi fa

Chi ti ha dato quest’altro foglio da leggere??

Peppino
Peppino
2 mesi fa

La storia si ripete.Quando fu proposta la candidatura di F.Russo dal movimento cattolico “Città Domani” il PD era “sinistrato” oggi come allora.La Bottari, in un primo momento voleva che i rappresentati del movimento andassero a Messina a trattare ma davanti al diniego,”venne a Canossa”.Mi domando qual è la causa pe cui, pur essendoci a Milazzo un forte orientamento di sinistra, il PD non cresce?

Salvo
Salvo
2 mesi fa

Siete ridicoli….. ed aggiungo Incapaci Come avete già dimostrato negli ultimi 5 anni di amministrazione.