Verso le 15,45 dagli impianti A2a si è sprigionato una colonna di fumo (o forse vapore, ancora non si è capito) visibile da tutto il comprensorio. I residenti che hanno inviato anche un video ad Oggi Milazzo parlano anche di un forte “boato”. Il fenomeno è rientrato poco dopo. Il sindaco di San Filippo del Mela, Gianni Pino, sta contattando i vertici della centrale per capire i motivi dell’episodio. Non è escluso si sia aperta improvvisamente una “valvola” dell’impianto.

AGGIORNAMENTO. Il sindaco di San Filippo del Mela  ha contattato i vertici della centrale termoelettrica e gli hanno  riferito che si è trattato solo di una improvvisa fuoriuscita di vapore. Pino, però, ha chiesto ugualmente una relazione dettagliata sulle cause e di diffondere a stretto giro un comunicato stampa per rassicurare la popolazione  che a causa del boato si è allarmato.

AGGIORNAMENTO 2. Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente dell’associazione ambientalista Adasc. «Il forte boato è stato avvertito dalla popolazione residente nella Valle del Mela – dice Peppe Maimone –  L’evento ha creato panico e preoccupazione fra i cittadini. Non è la prima volta che si verifica tale situazione (nel passato anche di notte). Gli industriali dovrebbero pensare, prima di progettare ulteriori impianti, di investire le adeguate risorse per rendere sicuri ed efficirgti gli stabilimenti oltre ad adeguarli alle migliori tecnologie disponibili per abbattere le emissioni inquinanti».

Condividi questo articolo