SAN PIER NICETO. L’esperto di fondi comunitari Giovanni Mangano ha lasciato l’incarico di esperto gratuito del sindaco di San Pier Niceto. 

«Con grande rammarico  – ha scritto il professionista milazzese – è sopraggiunto durante gli ultimi mesi un atteggiamento di inerzia nei confronti dell’attività di progettazione e programmazione da parte di alcuni elementi dell’attuale amministrazione, a seguito del quale nonostante io abbia più volte proposto la partecipazione a diversi bandi, non ha ricevuto mai alcun cenno di riscontro. L’attuale disinteresse nei confronti del mio operato in un contesto ormai non propositivo non mi permette di continuare con la dovuta serenità il mandato da lei conferitomi».

Durante il mandato il comune di San Pier Niceto ha beneficiato di importanti finanziamenti che hanno permesso tra l’altro di ristrutturare il campo sportivo, di realizzare il progetto Cinema, la scuola dei mastri bottai, nonché l’istituzione di uno sportello per le pratiche “Resto al Sud” mirate a incentivare l’imprenditoria giovanile. Numerosi sono inoltre i progetti attualmente in fase di valutazione e i partenariati sottoscritti con altri comuni Siciliani per la partecipazione a bandi europei diretti».

Attività portate a compimento in questi anni anche grazie alla collaborazione con gli ex assessori Rocco Maimone e Francesco Certo e con gli esperti Salvo Presti e Giuseppe Maimone.

Nella lettera Mangano ringrazia i dipendenti comunali «ed in particolare il comandate della polizia municipale e il responsabile dell’ufficio tecnico, l’assessore Alessandro Cambria e il presidente del consiglio comunale».

La prima nomina di Mangano risale al 29 luglio 2015, il rinnovo l’8 febbraio 2018.

Condividi questo articolo
1.537 visite