VIDEO. Il Rotary Club di Milazzo ha donato all’amministrazione comunale un’antica pergamena senatoriale del 1804 acquistata e restaurata per volere del sodalizio presieduto da Gianfranco Caruso. Si tratta dell’assegnazione della cittadinanza onoraria di Milazzo ad un nobile di cui non erano rimaste tracce.

La cerimonia di consegna si è tenuta nei giorni scorsi a Palazzo D’Amico alla presenza dei soci, dello storico Massimo Tricamo e del sindaco Giovanni Formica. «Siamo felici di avere donato e reso fruibile un bene culturale perduto del nostro territorio – ha detto Gianfranco Caruso – il nostro club service opera in questa area e ci tiene a dare contributi tangibili che durino nel tempo».

Il sindaco Giovanni Formica con il presidente del Rotary MIlazzo Gianfranco Caruso (FOTO OGGI MILAZZO)

Già in passato, nel 2015, nell’anno di presidenza di Pia Pollina, era stato restaurato un prezioso mosaico del II secolo avanti cristo che si trova nei locali adiacenti al santuario di San Francesco di Paola. Purtroppo non è fruibile al pubblico per motivi di sicurezza dell’edificio.

«Quello donato dal Rotary ed esposto a palazzo D’Amico è un atto amministrativo con cui si conferisce la cittadinanza onoraria ad un nobile, Gaetano Santacolomba, con tutti i benefici che ne conseguivano – spiega lo storico Massimo Tricamo -. Malgrado la stampa fosse disponibile si tratta di un documento pergamenaceo scritto a mano, usanza che si manteneva per solennizzare alcuni atti».

In cima al documento si fa riferimento ai santi patroni di milazzo, si citano i senatori, i quattro amministratori dell’epoca che oggi chiameremo assessori. Il sindaco dell’epoca era il Marchese D’Amico, l’ex proprietario del palazzo che oggi ospita la pergamena.

Condividi questo articolo
1.403 visite