Il consigliere comunale Franco Rizzo è intervenuto con una nota a proposito delle polemiche di questi giorni sui ritardi legati alla mancata approvazione del Conto Consuntivo da parte del consiglio comunale e le possibili conseguenze negative per la prosecuzione del rapporto di lavoro dei precari. Rizzo contesta al sindaco Formica di voler far addebitare tutte le colpe sulle forze politiche presenti in Aula, quando invece – sostiene – le responsabilità sono da ricercare nell’inerzia e nei ritardi dell’Amministrazione.

«I lavori di adeguamento sismico della scuola media “Luigi Rizzo” non sono stati avviati? Colpa di parte del Consiglio Comunale – scrive Rizzo –  Non è stato possibile iniziare i lavori per il consolidamento del costone roccioso del Castello? La colpa è di parte del Consiglio Comunale. I nostri figli sono costretti a cercare lavoro fuori dal nostro territorio? Sempre colpa di parte del Consiglio Comunale. Non vengono effettuati grandi investimenti in città? Colpa di parte del Consiglio Comunale. L’iter dei bilanci viene ritardato? La colpa è di parte del Consiglio Comunale. La Regione Sicilia e la Corte dei Conti ridono di Milazzo? Signori, la colpa è di alcuni consiglieri.
Se poi non si può più morire a Milazzo perché non ci sono più posti, se manca la mensa ai bambini delle scuole, se le strade sono una vergogna, la responsabilità è dell’organo di controllo e non di chi invece dovrebbe governare la città e in questi tre anni e mezzo non l’ha mai fatto».

Consiglieri in aula alle ore 19,30 di questa sera – martedì 9 ottobre – per proseguire nella trattazione degli argomenti ancora in lista di attesa nella sessione ordinaria avviata il 25 settembre scorso. Bisognerà subito rivedere i contenuti di una delibera dell’agosto scorso avente ad oggetto una mozione riguardante la postazione territoriale del servizio Sues 118 di San Filippo del Mela.

Seguiranno poi interrogazioni in merito allo stato dei ponti e dei cavalcavia ricadenti sul territorio comunale ed una sulle scuole cittadine, ambedue presentate da Antonio Foti; mentre Massimo Bagli, da una parte, richiama l’attenzione dell’amministrazione sulla manutenzione del verde e sulla sicurezza stradale, mentre dall’altra chiede notizia circa il diniego di accesso alla misura di finanziamento per cantieri di lavoro del piano di azione e coesione 2014/2020.

Ed ancora Bagli, firmatario però di una mozione, avanza richiesta di presentazione disponibilità della Regione Sicilia del Castello quale sito per eventi culturali.

Con analogo atto Antonio Foti intende trattare di parcheggi di interscambio. Bando di finanziamento dell’assessorato delle infrastrutture e della mobilità nella Regione Sicilia.

Comunque, per il consiglio comunale c’è in arrivo l’impegno più importante che riguarda la deliberazione da adottare, entro il 14, per l’approvazione del consuntivo anno 2014. Non ottemperando, nei tempi assegnati dal commissario Carmelo Messina, che ha dato 30 giorni di tempo per l’adempimento, sarà attivato l’intervento sostitutivo, come previsto per legge.

Condividi questo articolo
672 visite