Si è svolta questa sera in sala giunta una riunione tra gestori dei locali del Borgo e Amministrazione comunale. Un incontro che si è rivelato ancora una volta interlocutorio. Non si riesce a trovare una soluzione per contemperare le esigenze dei gestori con quelle dei residenti che non sono disponibili ad accettare le notti di musica a tutto volume proveniente dai locali. Alla riunione hanno partecipato il sindaco Giovanni Formica, l’assessore al turismo, Piera Trimboli e alcuni rappresentanti dei vari locali. Il sindaco Formica – che continua a mantenere l’ordinanza  dello scorso anno – ha ribadito la necessità che gli operatori trovino una soluzione concordata che possa essere condivisibile da tutti. «È chiaro che occorre che si faccia, ciascuno per la sua parte, un passo indietro. Non è possibile dare risposte alle esigenze di tutti» – ha detto in buona sostanza il primo cittadino, delegando l’assessore al turismo, Piera Trimboli a dialogare per trovare una soluzione ed evitare che alla fine debba essere l’Amministrazione a dover decidere.

Dopo le proteste dell’ultimo fine settimana per il mancato rispetto di limiti orari e decibel, Formica ha invitato i gestori  dei locali “ad essere prudenti”. Insomma soluzione che non arriva e ciò sicuramente preoccupa anche perché in vista dell’estate – come hanno sottolineato i gestori – il rischio è che alla fine a seguito delle restrizioni molti locali siano costretti a chiudere i battenti.  Di contro il rispetto delle regole e della vivibilità continua a rimanere l’obiettivo dell’Amministrazione  che ha anche ricordato come l’area sia stata inserita lo scorso anche  tra i “Borghi più belli d’Italia” e «per questo va preservata e tutelata».

Condividi questo articolo

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Residente assediato
Residente assediato
5 anni fa

Sindaco, non si faccia intimidire dai gestori di locali alcuni di dubbio gusto ed igiene che propinano schifezze e rumore ai tamarri che si accalcano per le strade del quartiere insudiciandole e degradandole solo con la loro presenza!Per favore sia durissimo e severissimo.I residenti non devono più essere trattati come ostaggi.Questo non è turismo!

Borgo
Borgo
5 anni fa

Giustissimo vogliamo essere liberi di poter uscire e non restare ostaggi delle proprie mura di casa e sopratutto poter riposare la notte, e poi basta con questo traffico selvaggio e auto buttate un Po qua e un Po la ci vogliono i controlli per una buona gestione.

enrico
enrico
5 anni fa

“a seguito delle restrizioni molti locali siano costretti a chiudere i battenti”!!!! evidentemente i panini che fanno fanno proprio schifo.

Vento
Vento
5 anni fa
Reply to  enrico

Salve fino ad ora non ha chiuso nessuno..il loro problema è un altro perché sino a quando non ci sono regole loro lavorano incassano e se ne fregano delle persone che abitano non appena il sindaco ha fatto l ordinanza”che non gli è ne Po fregare de meno”perché tanto la diffusione della musica all aperto c’è sempre stata qusto significa il non rispetto delle regole

Elena
Elena
5 anni fa

Musica fino a tarda notte, circolazione in tilt, parcheggi selvaggi e difficoltà ad accedere con l’auto nelle vicinanze delle proprie abitazioni per la calca di giovani che affollano le stradine sono queste le problematiche dei residenti che nessuno accoglie. E mai possibile che il comune obbliga i residenti ad avere un pass per la sosta ma poi non viene rispettato niente e vige il caos.

Francesca
Francesca
5 anni fa

Da residente al Borgo voglio avvisare al signor sindaco che i gestori dei locali non hanno mai rispettato l ordinanza per la diffusione della musica infatti il sabato e la domenica non si dorme..comunque i gestori parlano sempre di chiudere eppure al Borgo c’è un noto ristoratore che lavora m senza diffondere musica al massimo.E per i posti delle auto per i residenti come la mettiamo sempre caos?