Cerchi lavoro ma non lo trovi? Ci pensa il mental coach di Oggi Milazzo. La crisi e la carenza di lavoro è sotto gli occhi di tutti ma è sbagliato pensare che la mancanza di un posto di lavoro sia per forza legato a fattori esterni. Spesso è una questione di approccio alla materia, di come ci si presenta, di cosa si cerca, di come si imposta un curriculum o un colloquio di lavoro.

Felice Oteri, 57 anni, è consulente di direzione, formatore motivazionale e mental coach.  Gira l’Italia tenendo corsi nelle aziende più importanti della penisola per supportare i dipendenti ad esprimere il meglio di se stessi nella vita e in particolare nel mondo del lavoro.

Il 19 marzo alle ore 10 Felice Oteri terrà all’Eolian Milazzo Hotel un seminario intensivo dal tema “Se non sai da dove ripartire… RIPARTI DA TE!”. Questo appuntamento rappresenta la prima tappa del tour 2017 che toccherà le principali città italiane. E’ rivolto a chi cerca lavoro, a chi ce l’ha e vuole cambiare o a chi vuole crearselo.

In questo seminario esclusivo di tre ore, si potranno ottenere tutte le risposte a domande tipo: ​ Come faccio a scrivere un curriculum anticestinatura? Perchè non mi chiamano mai? Quali domande mi faranno al colloquio? Dove vado a cercare le offerte più adatte a me?

LA PARTECIPAZIONE AL SEMINARIO RICHIEDE UN CONTRIBUTO DI 20 EURO, MA PER I LETTORI PIU VELOCI DI OGGI MILAZZO SARA’ GRATIS. INFATTI, I PRIMI CINQUE LETTORI CHE INVIERANNO UNA MAIL a direttore@oggimilazzo.it AVRANNO LA POSSIBILITA’ DI PARTECIPARE GRATUITAMENTE AL SEMINARIO  di Felice Oteri, già autore del libro “Tutti i segreti per trovare lavoro”, distribuito dalle principali case editrici (La Feltrinelli, Mondadori, Hoepli, ecc.) riscuotendo un buon successo e che oggi è alla terza ristampa. Eventuali informazioni possono essere chieste alla mail info@associazionecognitio.org

«Il seminario – dice Felice Oteri – si prefigge il compito di guidare nel viaggio più emozionante ed affascinante che ci sia: quello all’interno di se stessi e dei propri valori, per conoscersi meglio, vincere le proprie paure e superare i propri limiti. Partecipando al seminario, si ottiene uno stimolo positivo a fare il primo passo che porterà ognuno a raggiungere gli obiettivi che ha sempre desiderato, poiché se lo si vuole  davvero, si può davvero cambiare la propria vita.”

Perché i giovani non trovano lavoro?

«Spesso non si trova lavoro perché non si è definito bene il proprio obiettivo professionale – dice Felice Oteri – il seminario si pone come obiettivo proprio di spiegare come poter definire un obiettivo S.M.A.R.T.  attraverso la piena consapevole di ognuno dei partecipanti rispetto alle proprie possibilità. Lavorando sulla propria autostima,  il partecipante potrà cominciare a autopercepirsi in maniera sempre più positiva».

E la crisi dove la mettiamo?

 “Molto semplicisticamente spesso si tende a trovare nella crisi economica la causa della crescente disoccupazione giovanile, su questo temo di non essere d’accordo. Un recente rapporto della McKinsey & Company,  individua tre cause fondamentali che stanno alla base del problema:

La prima causa individuata dal rapporto è lo “sbilanciamento quantitativo tra domanda delle imprese e scelte dei giovani.” In Italia, nel momento della scelta del percorso scolastico da seguire, si tende a mettere il fattore “occupazione futura” al secondo posto, seguendo principalmente gli interessi personali. Nel 2014 per esempio sono stati 65.000 mila i posti di lavoro rimasti vacanti a causa della mancanza di personale preparato e adatto ai ruoli da ricoprire. La seconda causa individuata dal rapporto è la carenza di competenze adeguate ai bisogni del sistema economico. Solo il 42% delle imprese italiane ritiene che i giovani che entrano per la prima volta nel mondo del lavoro abbiano una preparazione adeguata.” Nel 47% dei casi, rispetto alla media europea del 33%, le aziende italiane reputano i giovani appena entrati nel mondo del lavoro, inadatti a svolgere le mansioni richieste loro.

Infine ultima causa di disoccupazione emersa dal rapporto è “l’inadeguatezza dei canali di supporto alla ricerca del lavoro”. La fonte primaria di lavoro per i giovani italiani tra i 15 e i 29 anni sono gli amici e i parenti. I canali istituzionali come i centri per l’impiego si rendono utili solo all’1% dei giovani del nostro paese. Soltanto per fare un esempio, in Germania gli uffici di collocamento sono il mezzo principale di ricerca di occupazione nell’80% dei casi.”

Il titolo del suo libro è “Tutti i segreti per trovare lavoro”, ce ne vuole anticipare almeno uno?

Il segreto, quello principale, secondo Felice Oteri, , è: «Avere un sogno e crederci. Più ci si crede nei propri sogni, più si tende a raggiungerli. Al contrario di quello che accade più frequentemente, cioè  rinunciare ai propri sogni. Troppo spesso. Troppo velocemente».

Condividi questo articolo
967 visite