Il cantante dei Tinturia Lello Anolfino

VIDEO. Migliaia di persone hanno salutato il Capodanno 2017 in piazza con il concerto dei Tinturia e il djset del mamertino Ivan La Rosa. Stanotte un vero fume di persone si è riversata in Marina Garibaldi per quello che si sta confermando un vero appuntamento per il comprensorio del Mela. Soddisfatti le due Pro Loco di Milazzo guidate da Angelo Maimone e Nat Minutoli; gli assessori alla Cultura e al Turismo Salvatore Presti e Piera Trimboli; il vice presidente del consiglio comunale Maurizio Capone che sin dall’anno scorso ha creduto nell’evento. Ad aprire la serata l’esperto del comune Pierpaolo Ruello sempre più disinvolto nel ruolo di “Carlo Conti mamertino” che ha chiamato il sindaco Giovanni Formica il quale ha augurato un buon 2017 e stappato una bottiglia di spumante.

Il presentatore della serata Pierpaolo Ruello e il sindaco Giovanni Formica

I Tinturia sono saliti sul palco montato in Piazza della Repubblica (vicino alla stataua di Luigi Rizzo) poco dopo l’una. Hanno alternato i loro successi nel solco della tradizione della musica siciliana con interventi a sfondo sociale apprezzati dal pubblico che hanno sfidato il freddo gelido. Lello Analfino ha lanciato le canzoni anticipandone sempre il messaggio sociale come l’abuso di foto nei minori sui social network, la violenza contro le donne e l’inquinamento. L’argomento è stato trattato senza citare esplicitamente le industrie del territorio (la Raffineria di Milazzo è stato uno degli sponsor principali della serata che è costata complessivamente oltre 15 mila euro meno della metà rispetto alla vicina Barcellona dove si è esibito con altrettanto successo Fausto Leali).

Il pubblico del Capodanno 2017 a Milazzo

Analfino ha augurato ai presenti «un futuro senza veleni nell’aria», citando una ragazza che lo ha sensibilizzato tramite facebook, social nel quale tanti ambientalisti hanno fatto sentite la loro voce prima dell’esibizione con la solita polemica sulle sponsorizzazioni. Analfino ha ammesso di non volere «accusare nessuno perchè al Sud è stato messo da sempre sulla stessa bilancia il pane e la salute e ha ragione sia chi deve sfamare la propria famiglia sia chi chiede il diritto alla salute». Ha anche sottolineato che con le bellezze naturalistiche della Sicilia e le relative potenzialità turistiche trova assurdo l’intento della “Regione e di Roma” di volere trasformare la Sicilia in una pattumiera «trasferendo i rifiuti del mondo».

Pier Paolo Ruello e Ivan La Rosa

I Tinturia hanno chiuso il concerto con “Cocciu d’amore”, candidata come “canzone originale” ai “Nastri d’argento 2015″ per essere stata inserita nel film di Ficarra & Picone “Andiamo a quel paese”. Una bellissima canzone d’amore che ha emozionato i presenti.

Subito dopo la piazza si è riscaldata con il Dj Ivan la Rosa, ormai una vera star locale del settore. Fino alle 4,20 ha fatto scatenare migliaia di giovani che hanno salutato il 2017 nella totale spensieratezza.

Milazzo ha dimostrato che quando pubblico e privato lavorano in sintonia i risultati si vedono e la gente non “tradisce” la città del Capo preferendole altre realtà locali.

Condividi questo articolo
1.056 visite

8
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
SempreMilazzesiAltairYanez de Gomeiraleale85 Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Milazzesi
Ospite
Milazzesi

Ma quello del megafono e dei cortei non si è visto e nemmeno buttato a terra per protesta!! Ah certo amico di Giovanni

Altair
Ospite
Altair

Ma l’Adasc dov’era? Per la PFM organizzò una protesta eclatante che suscitò polemiche. Per i Tinturia (pagati anch’essi dalla RAM) come mai no? Non mi dite che è per quel breve accenno all’inquinamento (peraltro simile a quello fatto all’epoca da Franz Di Ciocco della PFM, che augurava un futuro in cui “lavoro e rispetto dell’ambiente fossero due facce della stessa medaglia”). Coerenza…?

Yanez de Gomeira
Ospite
Yanez de Gomeira

15 mila euro o più che la RAM ha sprecato, per quattro sciacqua lattughe – con gli stessi soldi si potevano organizzare più serate, con musiche per tutti i gusti – Ma siamo a Milazzo!

Sempre
Ospite
Sempre

Il problema di Milazzo sono alcuni Milazzesi come il signore sopra che non fanno altro che polemizzare e mai apprezzare gli sforzi fatti dagli altri. Organizzi lei qualcosa…se ne è in grado ovviamente ne dubito!

leale85
Ospite
leale85

Complimenti anche ai locali che nonostante siano stati avvantaggiati dall’evento hanno pensato bene di alterare i prezzi, ripulire la fontana da bicchieri e bottiglie, differenziare la spazzatura e naturalmente di fare tutti gli scontrini…

aiuto
Ospite
aiuto

cosa si deve fare e dire per campare
bbbuuuuuu……