Una proposta per dare sicurezza al Borgo antico è stata indirizzata al presidente del consiglio comunale Gianfranco Nastasi, al sindaco Giovanni Formica, ai componenti della giunta ed ai colleghi consiglieri da Rosario Piraino, Maria Magliarditi, Franco Mario Coppolino (Centristi per Milazzo) ed Alessandro Oliva (I Democratici).

Una iniziativa che tende a garantire, prendendo lo spunto dal noto dibattito sulla gestione   dei locali nella zona, “civili e adeguate condizioni di vita ai residenti” mediante elaborazione di un preciso   e concreto programma di interventi finalizzati a mitigare ed eliminare le più gravi criticità.

Dai consiglieri c’è un espresso riferimento agli ultimi episodi avvenuti al borgo di Milazzo, e che hanno generato la sola conseguenza di allontanare in maniera netta parte dell’utenza che contribuiva in maniera fondamentale a mantenere aperte le poche attività rimaste dopo il periodo estivo, con la conseguente perdita di lavoro per diversi giovani, senza peraltro trovare alcuna soluzione definitiva e costruttiva al problema.

Dalle proposte –i firmatari della nota- passano alla richiesta, che è quella di un controllo costante e continuato da parte dei vigili urbani, al fine di far rispettare il divieto per i visitatori di parcheggiare negli stalli riservati ai residenti e permettendo a questi ultimi un rientro più agevole e normale a casa propria. Poi ancora, l’immediata costituzione di un tavolo di concertazione con le associazioni, o i rappresentanti di categoria, al fine di potere programmare e concordare eventi condivisi e potere offrire ai visitatori una varietà di prodotti e servizi di qualità.

“In conclusione –dicono i 4 consiglieri-, auspichiamo che per il 2017 l’amministrazione comunale si assuma tutte le proprie responsabilità, con atti di indirizzo finalizzati a valorizzare la zona del Borgo, senza inutili proibizionismi, ma con la ferma volontà di agevolare una cultura di rispetto del valore della zona e dei suoi abitanti”. Mentre, al consiglio comunale si chiede che, nell’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo, approvi la mozione, al fine di consentire un radicale cambio di passo nell’ormai lungo tentativo di gestire la questione “Borgo antico” facendo in modo che non costituisca più un problema ma bensì un opportunità di sviluppo turistico.

Condividi questo articolo
601 visite