La Libertylines ha stabilizzato dieci metalmeccanici attualmente impegnati nella costruzione del nuovo aliscafo che sostituirà il Masaccio sulle rotte verso le Isole Eolie. «Un risultato eccezionale – silegge in un comunicato dell’azienda – che sottolinea come l’Azienda è impegnata non solo nel raggiungere obiettivi importanti per dare sempre un servizio all’altezza delle aspettative dei milioni di passeggeri annuali ma anche proiettata a disegnare un futuro sempre più indirizzato sul lancio definitivo della propria cantieristica di Trapani».

Proprio per questo motivo i piani aziendali prevedono, entro la fine del 2016, di procedere a stabilizzare nel proprio organico altre 40 unità. In totale si tratta di circa cinquanta passaggi a tempo indeterminato che dimostrano come la visione generale dell’azienda e la mission dei prossimi anni siano di livelli ben superiori alla media nazionale.

«Libertylines -continua la nota – è orgogliosa dei risultati conseguiti e da conseguire che pongono l’azienda su un livello occupazionale ai vertici del mercato del lavoro europeo e ben sopra gli standard nazionali. In un periodo nel quale la crisi economica continua a rappresentare una realtà con la quale ci si deve confrontare, Libertylines è riuscita a diventare l’esempio della controtendenza dando opportunità occupazionale concreta e stabile a 50 lavoratori».

Condividi questo articolo
650 visite