Confronto tra Amministrazione Comunale e Caruter, la società che cura i servizi di igiene, dopo alcuni problemi riscontrati negli ultimi giorni da parte dell’assessore all’Ambiente, Damiano Maisano. Ben 15 le contestazioni fatte nel giro di poche settimane. A presenziare il sindaco Giovanni Formica, l’assessore all’ambiente Maisano e i vertici della Caruter e della Multiecoplast. In apertura l’Amministrazione, facendo riferimento alle recenti contestazioni mosse alla ditta, ha chiesto chiarimenti in merito all’espletamento dei servizi e dell’impiego del personale. In particolare è stata ribadita la necessità che lo svuotamento dei cassonetti avvenga nelle primissime ore della mattinata, prima che cominci la giornata lavorativa dei cittadini, che gli addetti al servizio di spazzamento vengano dotate di tutte le attrezzature necessarie e svolgano il loro ruolo con costanza e continuità e – come ha sottolineato l’assessore all’Ambiente, Maisano – altre questioni che saranno oggetto di una attenta valutazione attraverso una analisi condotta da entrambe le parti e che sarà affrontata in una successiva riunione. L’obiettivo condiviso è quello di superare eventuali criticità in quanto il Comune pagando puntualmente il servizio ha il diritto di avere tutte le prestazioni contrattuali evitando così che possano esserci disagi per i cittadini. I dirigenti della Caruter hanno ribadito la loro volontà di proseguire nella gestione del servizio che fatta eccezione per alcuni episodi negativi sino ad ora si è caratterizzata per puntualità e qualità.

MA L’APPALTO VINTO DALLA CARUTER è finita nel mirino dell’opposizione. I consiglieri comunali di Milazzo Futura e Città Attiva hanno presentato una interrogazione con la quale chiedono copia della documentazione. Ritengono che ci siano “troppe incongruenze nell’affidamento del servizio rifiuti effettuato con ordinanza del sindaco”  non soltanto nella procedura della manifestazione di interessi, ma anche nell’affidamento alla ditta con la seconda migliore offerta. Caruter e Multiecoplast, infatti, hanno presentato una offerta meno vantaggiosa, l’8,55%  contro il 26,97%. Gli uffici comunali avrebbero scelto le ditte nebroidee, che costeranno all’ente 100 mila euro in più al pari della prestazione, poichè dopo avere richiesto la conferma sulla disponibilità dei mezzi alla prima classificata hanno ottenuto una risposta vaga sulla disponibilità immediata di mezzi e cassonetti. Cassonetti in parte rimasti con il logo della Dusty poichè la società di Brolo li ha acquistati sostituendo solo quelli non idonei o usurati.

 

guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
robin houd
robin houd
7 anni fa

maisano il migliore assessore all’ambiente quando lui scrive e contesta tutti lo temono continua cosi ………………………………..semplicemente una vergogna

senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
7 anni fa

….semplicemente una VERGOGNA !!!!

Tunisi
Tunisi
7 anni fa

Caro Sindaco,in passato hai fatto una crociata contro i rincari delle bollette sui rifiuti e ora che fai?Hai predicato bene e razzolato male.

Tweet
Tweet
7 anni fa

(far finta di) mettere le mani avanti per essere credibili poi…

Domenico
Domenico
7 anni fa

E la differenziata?? Milioni di promesse n ai mantenute