Torna al centro dell’attenzione la questione dell’elettrodotto Terna e, in particolare, delle opere compensative al centro di forti scontri tra le associazioni ambientaliste e le amministrazioni comunali della Valle del Mela. Sono stati presentati, infatti, in questi giorni all’amministrazione comunale filippese i progetti di riqualificazione ambientale e delle nuove opere idrauliche che Terna realizzerà in contrada Rosa Isolera e S. Venera della frazione di Archi. Oltre alla bonifica del cunettone ed al convogliamento delle acque meteoriche, sono previsti altri interventi compensativi di pubblica utilità quali l’illuminazione pubblica della via S. Venera e il completamento del campetto polivalente di Crocecaruso. L’importo dei lavori previsti ammonta circa a 1.700.000 euro. «Terna ha creato un danno ambientale al territorio che non può essere assolutamente compensato con alcuna somma – sostiene il Coordinamento Ambientale Milazzo-Valle del Mela –  più volte abbiamo detto alle amministrazioni comunali di rifiutare queste somme, ma vista la volontà di accettarle, era moralmente corretto individuare degli interventi nell’esclusivo interesse della salute e dell’ambiente, quale finanziare una fondazione costituita dalle associazioni ambientaliste, con l’obiettivo di sostenere economicamente le famiglie dei cittadini colpite da patologie ambientali».

Condividi questo articolo
838 visite