E’ rottura tra i Verdi e il candidato a sindaco Giuseppe Marano, portavoce provinciale dei movimento. La Federazione dei Verdi nazionale ha avviato le procedure di commissariamento del movimento messinese. Lo scontro è legato alla presenza nella lista “Milazzo Green” dell’ex consigliere comunale Santino Napoli, periodicamente al centro di polemiche poiché tirato in ballo in alcune inchieste barcellonesi per il rapporto con Saro Cattafi ritenuto ai vertici dei colletti bianchi della mafia barcellonese. Dal suo canto Marano ha sempre ritenuto che Napoli, dipendente dell’Asp 5, nonostante le “chiacchiere”, fino ad oggi, non ha mai avuto alcun tipo di addebito diretto o si è dovuto difendere da accuse precise, infatti, ha ricoperto ininterrottamente  il ruolo di consigliere negli ultimi 20 anni senza che la magistratura o la prefettura abbiano mai preso provvedimenti di qualsiasi natura. Per il segretario nazionale Angelo Bonelli, che ha lanciato la candidatura di Marano in un incontro pubblico il mese scorso, la sua presenza rimane “ingombrante”: «I Verdi non sono presenti nella campagna elettorale di Milazzo nel senso che il simbolo non è stato concesso e utilizzato – sottolinea Bonelli su facebook – Abbiamo appreso della candidatura di Santino Napoli che non sapevo chi fosse e cosa facesse solo successivamente alla presentazione della lista Milazzo Green . Riteniamo questa scelta grave, seppur non coinvolgendo il simbolo dei Verdi e quindi la federazione dei Verdi. Il problema per noi non si esaurisce nel sapere se la persona candidata ha problemi o no con la giustizia. Compito di chi si candida ad amministrare è quello di verificare se il profilo delle persone che propone in lista è coerente con l’identità culturale e politica dei Verdi in questo caso e con le regole minime di un’ecologia della politica. In sintesi si deve valutare l’opportunità. In questo caso la superficialità è stata imperdonabile». Bonelli sottolinea che «la federazione nazionale dei Verdi si dissocia e prende le distanze dalla campagna elettorale di Milazzo a partire dalla lista Milazzo Green. Non mettiamo in discussione l’importanza della battaglia ecologista che Marano sta svolgendo e su questo penso con onestà molti dovrebbero riconoscerglielo, ma la decisione di candidare questa persona per noi è inaccettabile. Quella persona non andava candidata! Su questo non si discute». LA REPLICA DI MARANO. «Questa è la prova evidente che siamo nel giusto e che diamo fastidio a tanti che hanno governato questo territorio a danno della salute dei cittadini. Nelle ultime ore stanno cercando di infangare il mio nome, la mia azione politica e quella della mia lista “Civica” al consiglio comunale “Milazzo Green” e per tali azioni vergognose mi riserverò con i miei legali di agire eventualmente nelle sedi più opportune anche giudiziarie. Per tali motivi intendo inoltre riportare una lettera di uno dei miei candidati al consiglio comunale, nota già diramata ai vari organi di stampa». LA REPLICA DI SANTINO NAPOLI. Sul profilo facebook di Marano anche la replica di Napoli.

Santino Napoli

Santino Napoli

«Il sottoscritto Santo Napoli in relazione alle dichiarazioni rese da terzi su diversi social network precisa quanto segue : Non è persona “chiacchierata”, né è stato mai sottoposto a procedimenti penali per reati cui terzi estranei “alluderebbero”. Non è ne corretto ne dignitoso effettuare propaganda politica diffondendo notizie infondate e prive di riscontro, il sottoscritto è candidato quale consigliere comunale in possesso di tutti i requisiti ex legge previsti ed è persona vicina ai cittadini. Con il presente comunicato si diffida chiunque diffonde sui social network notizie relative alla sua persona infondate riservandosi di ricorrere all’autorità Giudiziaria competente. Le campagne elettorali vanno svolte con dignità, senza rancori personali e sulla base di un progetto che sia di servizio alla collettività che in maniera democratica vota, sceglie ed è sicuramente un elettorato consapevole che esprime fiducia in maniera autonoma. Si riserva quindi di tutelare la propria immagine nelle sedi giudiziarie competenti».

 

Condividi questo articolo

guest
13 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Concetta
Concetta
5 anni fa

Forza Marano…..sei la nostra speranza!!!

Cactus
Cactus
5 anni fa

Il bello e’ che lo si sottolinea pure….ma dopo 20 anni sulla poltrona, non sarebbe il caso di accomodarsi altrove e lasciare spazio a nuova gente ??

Realista
Realista
5 anni fa

MARANO… Fatti una domanda e datti una risposta…
Perchè quelli che poi ti conoscono…. ti scansano ?!!!

MisterX
MisterX
5 anni fa

I verdi sono il partito più ignorante e inutile della storia! Il famoso scanio dichiarò anni fa: attacchiamo un tubo al di dietro delle vacche ricaveremo gas ed energia!!!

Vincenzo Malinconico
Vincenzo Malinconico
5 anni fa

Mentre Marano cercherà di rispondere alla domanda “ma nella mia vita una dritta riesco a farla andare?”, aspettiamo tutti con ansia una foto di Santino Napoli (sul palco o anche per strada) con una maglietta verde con uno degli slogan di Milazzo Green, uno a caso, tanto, soprattutto nel caso di Napoli, non ci crede nessuno.