Il comune di Milazzo riduce di oltre un punto e mezzo l’Imu (l’imposta municipale unica) che passa dal 10.76 al 9.00 per mille, l’Irpef dall’0.8 allo 0.6 per i redditi non eccedenti i 12 mila euro e dall’0.8 allo 0.4 per le pensioni Inps al minimo. A comunicarlo è una nota dell’amministrazione. La Giunta Municipale, nei giorni scorsi, dopo avere varato il nuovo regolamento Tosap,  aveva già ridotto il costo dell’occupazione di suolo pubblico del 15 %. L’amministrazione ricorda che «Milazzo è una città dove la tassazione è comunque contenuta grazie alla intransigente lotta all’evasione condotta dall’attuale amministrazione comunale che ha scovato 2500 posizioni di evasori che oggi sono iscritti nell’anagrafe tributaria». “ Un traguardo che ci consente di affermare come l’interesse primario di questa Amministrazione è sempre stato quello di salvaguardare i cittadini in una situazione finanziaria ereditata che definire disastrosa è un eufemismo- dice il Sindaco Carmelo Pino». «Abbiamo smascherato chi diceva che il dissesto avrebbe rovinato i Milazzesi – aggiunge l’assessore Pippo Midili – e oggi, mentre c’è chi promette chimere, abbiamo posto in essere un fatto concreto ed importante che dimostra la capacità di governo di chi ha tirato fuori in poco tempo Milazzo da un disastro economico senza precedenti».

Condividi questo articolo

guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
franco
franco
7 anni fa

grande pino,sei fantastico,vinci per noi……..hai fatto rinascere un paese allo sbando…..vincerai ed altri 5 anni sono tuoi,magico pino

Mastric
Mastric
7 anni fa

Domanda di un contribuente disorientato: a dicembre l’IMU tornerà ad essere applicata nella sua aliquota massima, quando pagheremo oltre al saldo anche la porzione di acconto risparmiata a giugno? A Viareggio, ente dissestato come Milazzo, si paga nella misura massima (5 euro giorno) persino l’imposta di soggiorno, da noi invece prevista nella misura di 2 euro max. I commi 1 e 2 dell’art. 251 del Tuel non prevedono per gli enti dissestati l’applicazione delle aliquote massime per un quinquennio? A confondermi ulteriormente, la delibera adottata il 30 marzo scorso dalla Corte dei Conti della Toscana. E’ consultabile al seguente link:… Leggi il resto »

Cittadina Milazzese
Cittadina Milazzese
7 anni fa

Mancano ancora 28 giorni, sono sempre più curiosa di vedere quali mirabolanti prodigi sarà in grado di realizzare questo magico sindaco! 😀

senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
7 anni fa

m’bè di altri prodigi ne ha fatto…. intanto ha moltiplicato i posti per gli “amici” sistemando un ex falegname al teatro Trifiletti e la sorella ex negoziante di scarpe all’ufficio turistico…

Salvatore
Salvatore
7 anni fa

Ma se la legge lo permette solo dopo due anni di avanzo di bilancio, perché si devono fare polemiche, capisco cosa significa essere avversario ma non comprendo la sterile polemica. Purtroppo Milazzo non era abituata ai sacrifici, se questo è il frutto significa che ciò che abbiamo sofferto non è stato vano. La mia speranza che si continui su questa linea volta ad una più attenta gestione del denaro pubblico senza farsi prendere dallo spasmo di spesa sfrenata che ha contraddistinto le precedenti legislature. Se oggi risparmio qualcosa domani trovo, ma dobbiamo capirlo un po tutti i milazzesi ( meglio… Leggi il resto »

enzomollica
enzomollica
7 anni fa

Ma veramente si guadagna tanto, facendo il sindaco? Se pino (come tutti gli uscenti della storia e di tutte le amministrazioni) si ammazza all’ultimo momento per raccogliere consensi, significa che non ha in mente il bene della città; piuttosto tratta i cittadini come clienti!!! Eppure (non ricordo il periodo) ci fu un quotidiano nazionale che segnalò milazzo con l’importo erariale più alto d’Italia. Da quella data, pino ha aspettato le ultime due settimane! Incredibile!!!